La Defensor batte Brindisi e resta in Serie A2

0

 

VITERBO – Le notizie più attese arrivano quando la gara del PalaMalè è finita già da un pezzo e, combinate con la facile vittoria delle gialloblù, trasformano i due punti conquistati sul campo nel lasciapassare per il nono posto che significa salvezza diretta.

 

Alla Defensor serviva vincere ma, contemporaneamente, dovevano perdere Civitanova Marche e Viareggio per comporre un terzetto di squadre a quota 22 che avrebbe lanciato le viterbesi verso la nona posizione.

 

Quando dai due parquet di Empoli e Castel San Pietro arriva l’aggiornamento decisivo può iniziare la festa a metà campo, combinata alla sensazione di sollievo per non dover prolungare ulteriormente una stagione vissuta quasi sempre nelle posizioni playoff e complicatasi terribilmente nella seconda parte del girone di ritorno.

 

Nei quaranta minuti giocati al PalaMalè si è vista tutta la voglia di vincere e di crederci ancora della Defensor, capace di chiudere il primo quarto con 32 punti a referto, percentuali clamorose dal campo (70% da due e 57% da tre) e due giocatrici già in doppia cifra (Yordanova 13 e Ciavarella 10). Brindisi si aggrappa all’ex Valentina Siccardi che segna 7 punti e cerca di tenere in vita le speranze di salvezza della sua squadra. Nel secondo periodo le percentuali gialloblù calano inevitabilmente, Siccardi e Rodriguez si fanno sentire con canestri importanti ma ci pensa Flauret con 7 punti a tenere comodamente avanti la Defensor che torna negli spogliatoi con un vantaggio ancora abbondantemente oltre la doppia cifra.

 

Il terzo parziale è quello del tentativo di rimonta brindisino, con Rodriguez, Boccadamo e Toscano che spingono la Guarnieri Tour sempre più vicino. Il terzetto Spirito-Ciavarella-Yordanova replica conquistando tiri liberi che valgono il +10 alla sirena del 30’.

 

Mentre sugli spalti si cercano aggiornamenti dagli altri parquet, in campo la Defensor spinge ancora sull’acceleratore nel quarto periodo, con un’ispirata Ciavarella e con sette punti del capitano Romagnoli che chiudono i conti e regalano il successo alla squadra di casa. Siccardi è l’ultima a mollare per Brindisi che, con questa sconfitta, saluta la serie A2 e a cui va un augurio di pronto ed immediato ritorno nel secondo campionato nazionale.

 

La Defensor può invece festeggiare e pensare con la massima concentrazione alle ultime fasi dei campionati giovanili, in particolare quello della under 18 che, sconfitta nella finale regionale dalla Bull Latina, inizierà la sua rincorsa alle finali nazionali con lo spareggio del 18 aprile contro la formazione lucana di Potenza.

defensor

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.