Cronoscalata Lago-Montefiascone, un nuovo strepitoso successo

0

Pietro Brigliozzi

 

MONTEFIASCONE – Epilogo più bello non poteva avere la cronoscalta delle auto d’epoca sulla provinciale lago-Montefiascone per la correttezza condotta dai piloti, per la perfetta organizzazione che ha funzionato alla meraviglia sotto tutti gli aspetti, per come si confezionata la gara, prima prova valevole per il Campionato Italiano della Montagna per auto storiche.

 

Sia nel pomeriggio di sabato, durante le due sessioni di prove per il piazzamento in partenza, sia nella mattinata di domenica, allorché si è svolta la gara vera e propria, non vi è stato alcun incidente di rilievo, il pubblico, assiepato lungo i tornanti della parte alta del tracciato, è stato numeroso e altamente disciplinato; pari comportamento ha tenuto quello nel tratto cittadino della manifestazione, in modo speciale, durante la parata iniziale alla quale hanno partecipato oltre trenta giovani della città che hanno sfilato con la propria auto, mettendo in mostra le loro doti di bravi piloti, quale suggestiva coreografia a tutta la manifestazione.

 

I diversi piloti locali, da Bologna a Leonardi, da Lengua a Caporali, a Capotosto, hanno ben figurato accanto agli amici viterbesi: dal conosciutissimo Sandro Zucchi all’altrettanta famosa Anna Brenciaglia senza escludere il noto Raniero Fumi.

 

I vincitori?! In questo tipo di competizione non vi sono vincitori assoluti, è impossibile ma vi sono i vincitori dei vari raggruppamenti; in questo contesto per il primo raggruppamento è risultato al primo posto Tiberio Nocentini su Chevron B19 con un tempo di 4 minuti, 56 secondi e 76 centesimi; nel secondo raggruppamento si è imposto Giuliano Palmieri su De Tommaso Pantera con un tempo di 4 minuti, 49 secondi 84 centesimi; nel terzo raggruppamento è prevalso Giuliano Peroni su Osella PA8 avendo fatto registrare al cronometro 4 minuti, 23 secondi, 53 centesimi, vincitore del quarto gruppo è stato Uberto Bonucci che ha fermato il cronometro su 4 minuti, 5 secondi e 92 centesimi; nel quinto raggruppamento ha prevalso Antonio Angiolani con il tempo di 4 minuti, 58 secondi, 2 centesimi.

 

Finita la gara, presso un noto ristorante sul lago, è avvenuta la premiazione alla quale hanno preso parte il sindaco L. Cimarello, il suo Vice N. Fumagalli ed altri personaggi tecnici del settore. Il sindaco, tra le altre attività, ha ringraziato tutti i membri dell’organizzazione e tutti coloro che hanno contribuito alla buona riuscita della manifestazione, nelle persone del pilota locale Angelo Bologna, del Dott. Sandro Zucchi e soprattutto il direttore dell’A.C.I. Lino Rocchi che di questo tracciato è un grande sostenitore per le sue caratteristiche senza tralasciare le forse dell’ordine e le altre associazioni. Si è ripresa una tradizione, dopo la pausa dello scorso anno, ha detto Cimarello, speriamo di non interromperla mai più ha risposto il Rocchi. Intanto il Rocchi ha colto l’occasione per annunciare che l’A.C.I. provinciale quest’anno ha attenuto l’incarico di realizzare il giorno della sicurezza stradale. Un evento grandioso che si svolgerà nella cittadina dei Papi con il coinvolgimento di tutti i bambini proprio per iniziare un’educazione a come ci si deve comportare guidando un mezzo sulla strada, comunque su questo ci ritorneremo e saremo più chiari appena avremo dati più precisi.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.