Pallavolo, Shavrak ancora con la Maury’s Italiana Assicurazioni

0

 

TUSCANIA – E’ ancora Shavrak uno dei punti di forza della Maury’s Italiana Assicurazioni. Grandi doti atletiche e buona tecnica individuale, fanno della banda ucraina uno dei migliori giocatori della serie cadetta. In un italiano ancora zoppicante ci conferma di amare Tuscania ed essere felice nell’indossare nuovamente la casacca bianco blu.

 

La voglia di restare in un ambiente che lo considera un idolo e gli trasmette la giusta carica per esaltare le sue straordinarie doti e la volontà societaria, che ne apprezza le qualità tecniche, hanno prevalso sulle sirene di mercato, che avevano un pò turbato e tentato la banda ucraina Dmitriy Shavrak, per tutti simpaticamente appellato: Dima.

 

La scheda:
Arrivato in Italia nell’estate 2014 dalla lontana Kharkiv, nella quale giocava con la squadra del Lokomotiv militante nel massimo campionato ucraino, è entrato a far parte della allora neo promossa in A2 Maury’s Italiana Assicurazioni. La prima stagione è trascorsa tra luci ed ombre ed è servita per capire ed adattarsi a una pallavolo diversa di come era abituato ed ambientarsi in un paese con usi e costumi molto distanti dai suoi.

 

Il campionato di quest’anno lo ha disputato alla grande dimostrando eccezionali doti atletiche ed una buona tecnica, sicuramente la cura Montagnani gli sarà molto utile per migliorare ulteriormente. I suoi numeri stagionali sono decisamente interessanti: 490 punti totali con 430 attacchi vincenti che equivalgono al 49,67%, 31 servizi vincenti e 29 block; in fase di ricezione ha ricevuto 840 volte con 240 ricezioni perfette pari al 28,6%, ha disputato 33 gare giocando 125 set e risultando uno dei migliori schiacciatori della serie A2.

 

Le dichiarazioni:
E’ un ragazzone solare, sempre sorridente, lo troviamo a spasso per Tuscania e riusciamo a rubargli qualche dichiarazione: “ Sono ancora un giocatore della Maury’s Italiana Assicurazioni e molto felice di questo rinnovo, c’erano altre possibili destinazioni ma alla fine ho scelto di restare, Tuscania è la mia seconda casa. Abbiamo disputato una ottima stagione, personalmente sono soddisfatto per come ho giocato, c’è un nuovo coach che ho già conosciuto, è una persona molto valida ed esigente e sarò lieto mettermi a disposizione, lavorando intensamente per migliorarmi e dare il mio contributo per la causa del Tuscania. Cosa potremo fare nella prossima stagione è presto per dirlo, bisogna aspettare e vedere come le altre squadre si muovono sul mercato, quello che posso garantire è che Dima c’è.” Lo vediamo allontanarsi e ci vengono in mente i suoi salti sul taraflex e le sue rasoiate che mandano in visibilio i tifosi della Bolgia.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.