Stella Azzurra, domenica contro Palermo l’ultima stagionale al Palamalè

0

VITERBO – Ancora due gare di campionato per la Stella Azzurra Terra di Tuscia che giocherà domenica prossima la penultima partita della stagione al Palamalè contro Palermo, per poi chiudere il girone di ritorno sul campo di Scafati.

 

Contro l’Eurobasket Roma, capolista indiscussa e già matematicamente leader del girone, la Stella Azzurra sabato sera ha lottato facendo vedere anche buone cose, ma oggettivamente le forze in campo sono risultate troppo diverse. I romani, destinati il prossimo anno a diventare la prima squadra della capitale, hanno un roster di primissimo ordine e di categoria superiore. Stanic è un autentico fuoriclasse. Dip, Birindelli, Casale, Rizzitiello, Fanti e Staffieri sono giocatori che tutte le squadre vorrebbero avere. Per non parlare di Alex Righetti che seppure trentanovenne ed a riposo da qualche partita per essere al meglio ai playoff, è ancora un giocatore super che fa tanta differenza pure in questa categoria.

 

La squadra di Fanciullo ha cercato di tenere testa agli avversari, ma classe e centimetri sono stati decisivi, anche se i viterbesi sono riusciti comunque ad aggiudicarsi la terza frazione per 19 a 16.

 

Ora la Stella sta preparando i due ultimi impegni stagionali, in particolare quello di domenica prossima contro Palermo, altro top team nel ranking del girone C, in una gara nella quale i biancostellati saluteranno per quest’anno il proprio pubblico.

 

Ma i viterbesi, ai quali la vittoria darebbe la matematica certezza della permanenza in serie B anche l’anno prossimo, sono intenzionati a disputare una grande partita per concludere positivamente questa stagione. In realtà la Stella sarebbe ugualmente salva anche se non raccogliesse più punti nelle prossime due gare e se Maddaloni, che la segue a quattro punti di distanza e che è perdente negli scontri diretti, non vincesse tutte le sue tre gare rimaste, da disputarsi con Eurobasket, Empoli e Scauri.

 

I ragazzi comunque non vogliono fare conti e sono concentrati per regalarsi autonomamente dalla matematica quel successo che decreterebbe la conclusione di un annata positiva e potrebbe significare il mantenimento di un titolo prestigioso come quello di serie B nazionale, conquistato grazie ad un girone di andata eccellente.

 

Da non dimenticare infatti che questa categoria è campionato particolarmente difficile e partecipato da squadre importanti, di grande tradizione e soprattutto dotate di un budget di grande rilievo. La recente vicenda dell’Azzurro Napoli in questo senso è stata molto significativa e rimanere in questa serie con un roster che a parte Fabio Marcante, autentico leader della squadra ed autore di un’ennesima stagione esaltante per classe, abnegazione, professionalità ed impegno, ha un’età media di ventidue anni e mezzo, vorrebbe dire aver raggiunto, con merito, un grande risultato.

 

Comunque le conclusioni si tireranno a breve perché ora si deve rimanere concentrati soltanto sulla gara di domenica per dare una soddisfazione al pubblico viterbese e poter raggiungere un altro risultato importante per la storia della società. Ma anche per salutare con un convinto applauso un gruppo che certamente lo merita.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.