Tre arbitri viterbesi promossi a livello nazionale

0

 

VITERBO – Tre iscritti alla sezione di Viterbo dell’associazione italiana arbitri sono stati promossi a livello nazionale.

I “tre moschettieri” viterbesi che varcano l’ambito regionale e si proiettano nella ribalta nazionale sono: l’osservatore arbitrale Ennio Mariani che dalla prossima stagione sportiva andrà a visionare gli arbitri della commissione interregionale; l’arbitro Ruben Celani che passa tra i fischietti a disposizione della commissione arbitri interregionale e l’assistente arbitrale Mirko Lilli che accede alla serie D.

L’annuncio è stato dato alle ore 15 di oggi, venerdì 1 luglio 2016, dal presidente nazionale dell’Aia Marcello Nicchi, durante una conferenza stampa tenutasi a Roma nella sede della Figc, nella quale sono stati presentati i nuovi organici nazionali per la stagione sportiva 2016-2017.

I tre neopromossi vanno ad aggiungersi alla schiera di viterbesi che già rappresentano la sezione Aia di Viterbo negli organismi e nelle categorie nazionali: il componente del Comitato Nazionale Umberto Carbonari; l’arbitro di Lega Pro Alessandro Chindemi; l’arbitro di calcio a 5 nazionale Angelo Ricci e gli arbitri di serie D Matteo Centi, Claudio Petrella e Gian Luca Sili.

“Sono molto orgoglioso del risultato raggiunto – dichiara il presidente della sezione Aia di Viterbo, Luigi Gasbarri – non era mai successo nella storia del nostro sodalizio che Viterbo avesse contemporaneamente nove rappresentanti a livello nazionale. Ai neo promossi il mio augurio più forte e sincero. Essi sono l’avanguardia di una sezione in costante crescita e queste promozioni serviranno sicuramente da stimolo per i colleghi più giovani. Infine – conclude il presidente – ringrazio Davide Argentieri che è stato avvicendato nel ruolo assistente arbitrale in Lega Pro dove è stato protagonista in positivo di importanti gare. Sono sicuro che si impegnerà ancora, mettendo a disposizione dell’Aia il suo prezioso contributo di serietà ed esperienza.”

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.