Una giovane amazzone viterbese sul podio di Verona

0

VITERBO – Una giovane amazzone viterbese sul primo gradino del podio alla finale di Verona del Progetto Giovani Secondo livello Pony, un circuito partito a marzo che si è concluso a Fieracavalli. Si tratta di Aurora Muzi, allieva di Maria Grabiella Ascenzi del Circolo Ippico della Leia.

 

Oltre alla Muzi un altro giovane cavaliere viterbese è arrivato a un soffio dal podio. E’ Diego Calderini, un altro allievo della Ascenzi e del suo Circolo Ippico, che conquista la quarta posizione. Compagni determinanti ai fini del risultato in questa bella avventura i loro pony: Napoleon de Javron e Schamitzi.

 

Il Progetto Giovani è organizzato dal Ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali in collaborazione con la FISE, per motivare i giovani all’apprendimento dei contenuti di una corretta tecnica equestre.

 

La classifica, pertanto, non è influenzata solo dalle penalità riportate per barriere abbattute, ma anche dal modo con cui si monta, valutato dai giudici tramite appositi parametri. Per questo si dice che il Progetto Giovani è un concorso con “categorie di stile a giudizio”.

 

Grande soddisfazione per Gabriella Ascenzi, fiera dei suoi ragazzi, che hanno fatto tesoro dei suoi insegnamenti.
“Sono gare riservate ai giovani”, dice la titolare della Leia, “dove viene premiato soprattutto lo stile oltre all’abilità”, “sono quindi prove molto impegnative, con elevato contenuto tecnico e un alto livello di competitività, dato che sono riservate ai migliori binomi di tutta Italia”.

 

“I ragazzi sono stati bravissimi”, dice ancora Gabriella Ascenzi, “hanno fatto tutte le tappe e sono arrivati alla finale carichi e preparati. Aurora non si è fatta vincere dall’emozione e ha portato a termine due giornate impeccabili. Diego, dopo uno strepitoso secondo posto conquistato il primo giorno, nel secondo si è emozionato e non è riuscito a dare il meglio di sé, scivolando al quarto posto, ma comunque a un soffio dal podio. Sono molto soddisfatta di loro. Voglio anche ringraziare i genitori che li supportano con grande impegno e passione. I loro pony, sono stati bravissimi e all’altezza dell’impegno che dovevano affrontare”.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.