Virtus Acquapendente, una splendida serata per celebrare la Coppa Lazio

0

 

ACQUAPENDENTE – Piazza Fonte del Rigombo diventa per una sera “casa ufficiale” della Virtus Acquapendente che festeggia degnamente la vittoria calcistica nella Coppa Lazio riservata a formazione di Seconda Categoria. A termine della splendida serata soddisfattissimo il Direttore Generale Stefano Alberelli.

 

“E’ stata una bella serata”, sottolinea. “L’evento ha infatti riscosso un ottimo consenso partecipavo da parte della popolazione. Vorrei ringraziate tutti quelli che hanno partecipato. Dimostrando enorme affetto per questa Società. L’organizzazione logistica curata con i miei collaboratori ha funzionata a meraviglia. Di buona qualità la parte prettamente gastronomica e di altrettanta quantità la presenza ai tavoli-stand.

 

Emozionante il video trasmesso e caratteristico lo spettacolo pirotecnico delle ore 23.00 come il coinvolgimento musicale nelle due ore finali. Un bravo a tutti i ragazzi che hanno messo energia per la riuscita della festa. Ma siamo solo all’inizio della storia….. perché la storia siamo noi”. Protagonista nel primo pomeriggio il giovane artigiano-artista Riccardo Polacco che per l’occasione ha preparato due apprezzatissime targhe. Durante la consegna della prima ai Dirigenti Maurizio Pepe e Roberto Pacifici, arrivano le prime rassicurazione sul futuro mercato. “Abbiamo avviato da alcuni giorni insieme al Direttore Generale ed al Presidente”, sottolineano, “i primo contatti per la costruzione squadra in vista della stagione 2016-2017.

 

Top secret almeno per il momento sui nomi, ma possiamo sottolineare che siamo molto ottimisti sull’inserimento di utilissimi tasselli. La squadra che ha vinto la Coppa Lazio ci ha fatto un regalo meraviglioso. E meritano in amplissima parte di essere confermati” Consegna targa, infine, anche Presidente Bruno Bacchi. “Vincere la Coppa Lazio sul campo di Guidonia”, sottolinea, “oltre a darci la certezza di partecipare al Campionato di Prima Categoria, ci regala il fregio di Campioni regionali. I nostri obiettivi continuano ad essere perseguiti. Crescere piano piano con caparbietà. Ringrazio gli amici ed i simpatizzanti che ci sono venuti a trovare. Ed anche a coloro che seppur pensando male si sono avvicinati per una sera a noi. Spero che conoscere questa realtà che ha portato Acquapendente sul tetto regionale faccia cambiare idea”. Ospite d’onore il piccolo Emanuele Belli (fotografia 5) Il padre Claudio ha guidato da Ottobre a Marzo la squadra, ponendo un impronta precisa e decisiva nella fase di qualificazione all’ultimo atto della Coppa.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.