Parco Archeologico di Sutri, un ferragosto di grande affluenza

0

 

SUTRI – Ottima affluenza nella giornata di Ferragosto nel Parco Archeologico di Sutri , che è stato meta di numerosi turisti giunti da ogni parte d’Italia per ammirare le sue bellezze storiche ed artistiche, primo tra tutti l’Anfiteatro, interamente scavato nel tufo la cui datazione fa spesso discutere gli studiosi, il Mitreo , chiesa ricavata da un tempio pagano in onore del Dio Mitra e poi con l’avvento del cristianesimo, dedicata alla Madonna del Parto, Villa Savorelli con il suo splendido giardino all’Italiana, e da ultima ma non certo per importanza, la splendida necropoli urbana adiacente la Cassia.

Il personale della Biglietteria del Parco ha potuto constatare la presenza di un turismo  interessato e consapevole, deciso ad utilizzare la giornata di Ferragosto per toccare con mano i monumenti storici – archeologici della Nostra magnifica Italia, consapevoli della atmosfera di cultura e grandezza storica che caratterizza il nostro territorio .

Si è rilevata in particolar modo la presenza di turisti stranieri, che con brochure alla mano si sono recati presso i monumenti del Parco Archeologico, ammirando dal vivo quanto nelle stesse descritto.

In questa prima metà di agosto si è registrato un notevole incremento sull’affluenza turistica rispetto allo stesso periodo del 2015. Questo fa percepire il grado di soddisfazione delle persone che scelgono la Città di Sutri come meta turistica , rilasciando spesso molti apprezzamenti positivi sullo stato di manutenzione del sito e sul livello di accoglienza ricevuta da parte del personale della biglietteria del Parco, sempre gentilissimo e plurilingue.

Questa è una ulteriore conferma, che premia la scelta e gli sforzi dell’Amministrazione Comunale verso la gestione diretta del Parco Archeologico, che funge da forte attrattore turistico, risultando un forte traino anche per il resto della Città dove sono presenti numerose altre attrattive culturali.

Siamo al primo anno di gestione diretta del Parco e non possiamo certo aspettarci miracoli; tutto viene gestito con moderatezza e coscienza e questa positiva esperienza ci aiuterà sicuramente a migliorare l’attività di promozione con conseguente progressiva evoluzione (anche numerica) dell’affluenza turistica.

Colgo l’occasione per ringraziare il personale della Biglietteria del Parco e quello della Soprintendenza per i Beni Archeologici dell’Etruria Meridionale, che con la loro competenza, disponibilità e professionalità, danno un’ottima immagine della Città di Sutri e dei suoi servizi al turista”.

Il Delegato al Parco Archeologico
Vincenzo Caccia

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.