“Mille storie d’amore”: Tuscania rende omaggio a Padre Alceste Piergiovanni

0

TUSCANIA – “I ragazzi di Tuscania hanno reso il dovuto omaggio al loro concittadino Padre Alceste Piergiovanni, sacerdote dell’Ordine della Madre Di Dio deceduto nel 2003 e che nella sua lunga opera missionaria in Cile durata 47 anni ha permesso l’adozione in Italia di circa 1.200 bambini regalando loro un futuro.

 

La manifestazione intitolata “Mille storie d’amore” si è svolta sabato scorso al teatro comunale Rivellino, davanti ai ragazzi delle scuole medis di Tuscania a cui è stato illustrata con testimonianze e filmati l’opera del sacerdote a favore dei bambini, le sue mille e più adozioni, il suo profondo legame con Tuscania sua città natale.I ragazzi hanno seguito con attenzione gli interventi e i video tramessi. Alla manifestazione sono intervenuti il sindaco di Tuscania Fabio Bartolacci, il presidente dell’Associazione famiglie adottive Pro Icyc Giovanni Palombi, che adesso continua l’opera di padre Alceste, il priore Generale dell’Ordine della Madre di Dio, Francesco Petrillo, Don Pino Vittorangeli, sacerdote di Tuscania amico di padre Alceste, la giornalista di Avvenire Lucia Bellaspiga che ha sempre apprezzato l’opera del sacerdote di Tuscania, ed un ragazzo nato in Cile ma che molti anni fa è stato adottato da una famiglia di Tuscania proprio grazie a padre Alceste.

 

Tutti hanno testimioniato il profondo legame di padre Alceste con la sua città natale che nel 1902 fu anche la prima nella provincia di Viterbo ad istituire un oratorio. Le persone che lo hanno ricordato hanno sottolineato come padre Alceste avesse capito che l’esigernza fondamentale di un bambino abbandonato fosse quella di sentirsi speciale per un padre ed una madre e di come la sua opera fosse stata una rivoluzione di tenerezza. Il messaggio finale ai ragazzi di Tuscania è stato quello di mantenere il ricordo di una storia così bella”.

 

Paolo Graziotti
associazione Pro Icyc

 

foto2

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.