“Voto contrario al Rendiconto di Gestione 2015”

0

 

VETRALLA – “Il 24 Giugno si è svolto il secondo Consiglio Comunale della nuova giunta. In questa seduta abbiamo portato, come già anticipato la volta precedente, la mozione d’impegno per le videoriprese del consiglio. Siamo soddisfatti che tale mozione sia stata approvata e nelle prossime commissioni discuteremo i dettagli.

Naturalmente il punto centrale della discussione si è avuta per l’approvazione del “Rendiconto di Gestione 2015″. Abbiamo votato contro poiché la nostra verifica amministrativa inizia con il nostro mandato, non possiamo fare a meno di ribadire la nostra estraneità alla determinazione di questo rendiconto, e di rilevare come non vi siano stati i tempi necessari per un’approfondita analisi nella commissione competente. Ci teniamo a ricordare che questo provvedimento è ereditato della precedente amministrazione e deriva dalla seduta di Consiglio del 31.05.2016 che non ha raggiunto il numero legale. Proprio la mancanza di responsabilità di chi quel giorno non si è presentato, ha provocato oggi questa situazione che ha costretto l’attuale maggioranza a dover approvare il rendiconto di gestione.

Ciò che ha del grottesco è che i consiglieri Bacocco e Aquilani, che oggi siedono nei banchi della minoranza, si sono astenuti su un provvedimento scritto da loro insieme a Zelli che addirittura esce dall’aula al momento del voto.

Abbiamo votato negativamente anche per i riconoscimenti di due debiti fuori bilancio derivante da due sentenze del Tribunale di Viterbo sfavorevoli per il comune.

Nel primo caso si tratta di una messa in sicurezza di alcuni stabili nel Centro Storico, dove si sono verificati due errori distinti. Il primo è stato quello di notificare un decreto ingiuntivo di pagamento a una persona errata. Il secondo errore è stato quello di eseguire dei lavori superiori al necessario e di conseguenza i proprietari saranno tenuti al pagamento della sola messa in sicurezza invece che tutta l’ingiunzione.

Riteniamo opportuno che siano individuate le precise responsabilità professionali di tutti quelli che hanno portato a questo risultato, meravigliandosi del fatto che nessuna amministrazione dal 2006 a oggi non abbia ancora provveduto alla valutazione delle rispettive responsabilità. Non è possibile, in un momento di particolare difficoltà per le famiglie, che i cittadini debbano sostenere l’onere economico degli errori professionali di altri.

Il secondo debito fuori bilancio derivava da una condanna provocata da una mancata programmazione da parte del Comune dei lavori di manutenzione ordinaria riguardanti la Strada Cassia.

In giudizio il Comune non è riuscito a dimostrare l’effettiva diligente manutenzione degli impianti e la circostanza che nonostante ciò il sinistro si sarebbe comunque verificato.

Appare quindi doveroso garantire al cittadino il giusto risarcimento per il danno che ha subito a causa della condotta negligente della pubblica amministrazione, ma l’onere di tale risarcimento non può ricadere su tutti i cittadini.

Occorre in tal caso compiere una valutazione delle relative condotte e far ricadere esclusivamente sui diretti responsabili il peso del risarcimento economico.

Auspichiamo che in futuro sia stabilita una programmazione delle opere di manutenzione per limitare al massimo
eventi di questo tipo.

Il Consiglio è proseguito con la nomina dei rappresentanti comunali presso enti esterni, dove abbiamo ottenuto la rappresentanza delle minoranze in seno al Consiglio della Comunità Montana. Faremo del nostro meglio per rappresentare Vetralla e i vetrallesi presso quest’istituzione.

Sono state numerose le interrogazioni presentate da tutta la minoranza e attendiamo risposta scritta su tutte le situazioni pendenti (mensa, rifiuti, via del cimitero vecchio, Sanitas ecc).

Viene infine confermato il gettone di presenza per i consiglieri a 19,90€ a seduta, noi li utilizzeremo per le attività del gruppo Vetralla 5 Stelle”.

Vetralla 5 Stelle

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.