Distretto socio sanitario VT4, pronta l’adozione del bilancio previsionale tecnico

0

 

VETRALLA – Si è svolta nel pomeriggio di lunedì 27 giugno, nella sala consigliare del Comune di Vetralla, la conferenza dei sindaci del Distretto socio sanitario VT4. L’incontro è stato un’occasione per la presentazione a tutti i sindaci e assessori del distretto e agli operatori del terzo settore del neoeletto sindaco Francesco Coppari, della nuova giunta e dell’assessore ai Servizi alla Persona, Anna Maria Palombi.

La conferenza dei sindaci è stata convocata urgentemente dall’Amministrazione vetrallese, comune capofila, per fronteggiare la grave situazione generata dalla mancata approvazione del bilancio previsionale del Comune di Vetralla entro il 30 aprile scorso da parte della precedente gestione. Il Comune di Vetralla, trovandosi attualmente in gestione provvisoria di bilancio, non può assumere alcun impegno di carattere finanziario, con gravissime ripercussioni anche sull’attività socio assistenziale di tutti i Comuni del distretto. Il sindaco Francesco Coppari ha rassicurato i rappresentanti degli altri 12 Comuni in ordine all’immediata adozione del bilancio previsionale tecnico, aggiungendo che verrà posta in essere ogni iniziativa volta ad accelerare il relativo iter di approvazione.

La situazione che la nuova Amministrazione si trova ad affrontare è ulteriormente compromessa dal ritardo nello stanziamento dei fondi da parte della regione Lazio per la gestione dei servizi essenziali.

L’incontro si è svolto in un clima di condivisione delle responsabilità e ne è scaturita una posizione unitaria finalizzata ad uscire dall’emergenza e ad una programmazione dell’attività futura più partecipata da tutte le parti in causa, nell’ottica di una ottimizzazione delle risorse e di un miglioramento dei servizi all’utenza.

In particolare è stato istituito un tavolo tecnico aperto a tutti gli operatori del terzo settore per l’elaborazione del regolamento attuativo della deliberazione della Giunta Regionale n.223/2016 concernente la regolazione dei servizi di assistenza domiciliare.

Saranno infine aperti dei tavoli di approfondimento per la programmazione delle attività future, in particolare per l’attivazione dei Punti Unici di Ascolto e per la pianificazione delle misure di contrasto alla povertà già finanziate dalla Regione, nonché per l’individuazione di una nuova organizzazione del Distretto che sia più efficiente e aderente alle esigenze sempre più pressanti dell’utenza.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.