“I vetrallesi hanno voglia di cambiare”

0

VETRALLA – Ormai manca poco tempo alle votazioni per il rinnovo delle Amministrative a Vetralla.
Il candidato consigliere Gennaro Giardino (foto) della Lista Civica “Progetto Vetralla” Candidato a Sindaco Giovanni Gidari, in questi giorni più volte in giro per il paese, vie del centro storico, presso le frazioni, nei perimetri di aggregazione popolare più frequentati per raccogliere gli umori e le opinioni circa la campagna elettorale: brontolano le pance dei cittadini per l’elettorato.

 

Occasione, la sua, di scambio di vedute, di commenti sui candidati alla carica di sindaco, sull’andazzo generale della competizione elettorale ed anche occasione per ben farsi conoscere da persone che vorranno sostenerlo. C’è sentimento e risentimento nelle battute raccolte per strada; evidente la disperata speranza di una vera e propria svolta elettorale che porti al cambiamento, da qualunque parte arrivi.

 

Stando alle dichiarazioni molti elettori tifano e sostengono il cambiamento targato Giovanni Gidari “Sindaco”. Tra le varie dichiarazioni di mal contento della cittadinanza, i commenti più frequenti tra i cittadini sono stati: “Basta vedere l’attuale amministrazione! Che cosa hanno saputo darci? In quale stato hanno ridotto il nostro paese!”.

 

Ho potuto notare che ci sono ottime possibilità di una secca vittoria per il candidato a Sindaco Giovanni Gidari, Lista Progetto Vetralla, poiché è il più Papabile e potrà dare una vera svolta al nostro paese.
Tra pochi giorni sarà comunicata tutta la lista dei candidati, con un gruppo molto forte e credibile di persone che hanno voglia di cambiare e lavorare con un unico scopo, quello di restituire ai vetrallesi un paese degno e tra i migliori della provincia.

 

Gennaro Giardino dice: il mio motto sarà “UN CITTADINO TRA I CITTADINI” impegno che porterò con onore per chi vorrà darmi la sua fiducia e sostenermi affianco del candidato a Sindaco Gidari certo di poter ben lavorare per il bene del paese.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.