A Palazzo dei Priori una pioggia di ciliegie

0

Massimiliano Chindemi

 

VITERBO – Nei prossimi giorni le ciliegie di Celleno, Sant’Angelo e Roccalvecce torneranno ad essere, come ormai da tradizione, le protagoniste di giornate di festa che animeranno i suddetti centri cittadini lungo la Teverina.

 

Festeggiamenti a cui, quest’anno, parteciperà attivamente anche il capoluogo della Tuscia, con un evento ad hoc denominato “Ciliegie in Comune”.

 

Un titolo, questo dell’iniziativa, decisamente non casuale.

 

La manifestazione infatti, in programma venerdì 3 giugno dalla 16.30 alle 20, si svolgerà nel cortile di Palazzo dei Priori, sede del Comune di Viterbo.

 

I particolari dell’evento sono stati illustrati mercoledì mattina alla presenza del sindaco di Celleno, Marco Bianchi, degli assessori del Comune di Viterbo Antonio Delli Iaconi, Giacomo Barelli, Sonia Perà, Alvaro Ricci, e del consigliere comunale di Viterbo Mario Quintarelli, sindaco di Celleno negli anni ’90 e ideatore dell’iniziativa.

 

“L’evento che andremo a vivere – spiega Quintarelli – è nato quasi per caso, da una discussione con il sindaco Leonardo Michelini. L’obiettivo è quello di dare lustro a un prodotto che costituisce un vero e proprio vanto sia per Viterbo sia per Celleno, Comune limitrofo con cui intendiamo collaborare per promuovere quanto più possibile un’eccellenza del territorio come già accaduto in occasione della Bisaccia del Pellegrino, all’interno della quale ha trovato spazio, riscuotendo tra l’altro grandi consensi, la marmellata di ciliegie di Celleno”.

 

Tante le iniziative in programma, illustrate con entusiasmo dal sindaco di Celleno Marco Bianchi: “A caratterizzare il pomeriggio di venerdì – spiega Bianchi – vi sarà la presenza di tre stand all’interno del cortile Palazzo dei Priori: il primo sarà dedicato alla degustazione gratuita di ciliegie, il secondo alla vendita del prodotto, il terzo alle squisite frittelle di ciliegie. Oltre alla parte dedicata al gusto ci sarà anche spazio per la letteratura e per l’arte, con la lettura di opere incentrate sulla ciliegia e con l’esposizione di 12 copie di opere raffiguranti questo straordinario frutto. In programma anche una conferenza sulla coltura delle ciliegie, nonché dei racconti da parte di anziani legati alla tradizione ”.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.