Tutti a Prato Giardino per aiutare i terremotati

0

 

VITERBO – Le canzoni di Lucio Battisti saranno la colonna sonora che caratterizzerà il concerto “Viterbo per Amatrice”, organizzato dal Comune di Viterbo per raccogliere fondi in favore delle popolazioni vittime del recente sisma nel reatino e nelle Marche.

Diversi i gruppi e i cantanti che prenderanno parte all’iniziativa benefica in programma martedì sera, alle ore 21, presso Prato Giardino: Giorni Anomali, Ilaria Rastrelli (ex concorrente di X Factor), Antonello Budano, Claudia D’Agnone, Piano B, Sara Fochesato, Doppio Senso, Simone Gamberi, Groove Up, Trup e Le Ferite.

“Il concerto – spiega il presidente della Consulta del Volontariato, Marco Ciorba – nasce dallo sforzo delle tante associazioni del territorio, che non appena saputo del terremoto si sono messe immediatamente in moto per dare manforte alle popolazioni colpite dal sisma. Una prontezza, questa, dimostrata da tutta la nostra città, che si è mobilitata con tantissimi iniziative.

A queste se ne andrà ad aggiungere una ulteriore, ovvero, il concerto ‘Viterbo per Amatrice’, in cui tutte le band e i cantanti che vi prenderanno parte eseguiranno, oltre a dei loro brani, anche due canzoni a testa di Lucio Battisti, originario di Poggio Bustone, paese del reatino. Un concerto semplice e fatto con il cuore, quello che abbiamo inteso organizzare, da cui speriamo di poter ricavere quanti più fondi possibili. Il ricavato verrà poi immediatamente depositato dal consigliere Paolo Moricoli sul conto corrente aperto per i terremotati. Le spese per il concerto saranno sostenute dal Comune di Viterbo”.

Il concerto, aperto a tutti, attende dunque di essere teatro della generosità dei viterbesi, ai quali verrà fornita la possibilità di lasciare un’offerta per i terremotati all’interno di alcune ampolle che verranno posizionate all’ingresso della location. Gli incassi del bar presente all’interno, invece, saranno devoluti per il viaggio solidale dei Giorni Anomali in Donbass.

Tra le realtà associative più attive in questi giorni in favore dei terremotati vi è il Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa, che non ha voluto far mancare la propria presenza anche in occasione del concerto per Amarice: “Il Sodalizio dei Facchini – afferma il presidente Massimo Mecarini – si è mosso sin dai giorni immediatamente successivi al terremoto: i ricavati della seconda serata delle Cene in Piazza saranno devoluti in favore dei terremotati; nelle giornate del 31 agosto e dell’1 e 2 settembre, invece, siamo passati tra la gente nelle piazze, riuscendo a raccogliere 1600 euro. Ed ora, dopo aver dedicato il trasporto ai terremotati, saremo nuovamente attivi martedì sera a Prato Giardino dove, con l’aiuto dei ragazzi speciali, allestiremo per l’occasione uno stand in cui poter degustare una meravigliosa Amatriciana alla viterbese, preparata dagli amici del Circolo Giulio Selvaggini di Pianoscarano; 40 kg di pasta aspettano i viterbesi e tutti coloro che intenderanno lasciare un’offerta”.

Un invito alla solidarietà, quello di Mecarini, che viene rilanciato anche da Antonello Budano, uno dei cantanti protagonisti della serata: “Una volta che i riflettori si spengono – afferma Budano – la gente si dimentica improvvisamente di una tragedia. Il nostro obiettivo è quello di mantenere ancora viva l’attenzione su un evento che ha sconvolto le vite di molte persone, alle quali intendiamo portare ulteriori aiuti che possano contribuire a una quanto più rapida ripresa”.

Massimiliano Chindemi

IMG_0727

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.