Accesi ‘I Caminetti’ de ‘La Casa delle Arti’

0

VITERBO – Accesi ‘I Caminetti’ de ‘La Casa delle Arti’. Lo scrittore Mondadori Eraldo Affinati annuncia la propria idea di essere presente già da settembre a Viterbo per un progetto sulla scuola. E’ uno degli aspetti positivi venuti fuori dalla prima tappa di questo modo di fare le cose che è alla base del progetto ‘I Caminetti- – Apriamo strade impossibili’.

 

Una serie di incontri dove l’obiettivo non è l’ospitata di personaggi piò o meno noti ma la costruzione di un gruppo aperto, capace di darsi obiettivi e costruire insieme. Un gruppo che punta a mettere in evidenza storie positive, feconde. Una vera azione di semina, che mira a coinvolgere e a crescere. In maniera da attirare e stimolare sempre nuove idee e progetti da realizzare.

 

Il fuoco dei ‘Caminetti’ sono le storie. Storie fatte di facce, di occhi, di nomi. E tutto questo è venuto fuori chiaramente nei quaranta minuti di racconto regalati ai presenti dallo scrittore romano. Un appuntamento che ha puntato molto sull’importanza delle parole, dell’avere a disposizione le parole per poter raccontare le proprie storie. Una consapevolezza che Affinati ha acquisito facendo i conti con il suo mondo di appartenenza. “Nella mia casa non c’era un libro e oggi faccio lo scrittore. Ho dovuto lavorare molto dentro di me. Ho sempre provato sofferenza per il fatto che mio padre e mia madre avessero storie immense da raccontarmi, ma gli mancavano le parole. Da qui ho capito quanto siano importanti, proprio per rendere gli individui persone”, ha raccontato Affinati.

 

E da questa consapevolezza nasce anche la folgorante storia, avviata dallo scrittore, della scuola di italiano per stranieri Penny Wirton. Nei prossimi mesi passeranno per ‘La Casa delle Arti’ tanti altri amici di Juppiter ed Exodus: da don Antonio Mazzi a Federico Zampaglione dei Tiromancino, passando per Pif.

 

“La Casa delle Arti è uno spazio aperto, dove è possibile costruire insieme progetti. Non ci interessa vendere libri o cose del genere, quello a cui puntiamo è raccontare storie e accendere piccoli fuochi”, così ha salutato i presenti il presidente di Juppiter Salvatore Regoli. E possibile seguire ‘La Casa delle Arti’ sulla pagina facebook e sul sito www.lacasadelleartiviterbo.it. ‘La Casa delle Arti’ si trova nel quartiere Pilastro, in via Cristofori 8.

 

L’iniziativa, curata e realizzata dall’Officina culturale regionale ‘La Casa delle Arti’, è realizzata dall’associazione Juppiter insieme al Comune di Viterbo. Con il patrocinio di Regione Lazio, Prefettura di Viterbo, Provincia di Viterbo, Comune di Viterbo e Università degli Studi della Tuscia.

 

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.