“Consiglio comunale su Villa Lante, scritta una pagina nera della nostra Amministrazione”

0

 

VITERBO – “Consiglio Comunale visto da un Cittadino: una pagina nera della nostra Amministrazione è stata scritta. Ieri 27 settembre si doveva parlare di un argomento che esula dalla politica ma che riguardava l’intera Città: discutere ed approfondire le tematiche per un rilancio turistico e culturale di Villa Lante, una risorsa economica per il nostro territorio, così come richiesto da 20 consiglieri firmatari, il 30 agosto u.s., al Presidente del Consiglio Comunale.

Ebbene con sommo dispiacere dei cittadini interessati all’argomento, ben 16 Consiglieri Comunali con la loro assenza hanno disdegnato di trattare un argomento importante per la vocazione turistica del nostro territorio: Francesco Serra, Mario Quintarelli, Aldo Fabbrini, Melissa Mongiardo, Augusta Boco, Goffredo Taborri, Livio Treta, Giulio Marini, Elpidio Micci, Claudio Ubertini, Vittorio Galati, Gianluca Grancini, Luigi Maria Buzzi, Gian Maria Santucci, Filippo Rossi, Gianluca De Dominicis.

Ma la cosa che maggiormente ha indignato era la presenza di diversi rappresentanti del Consiglio che, pur presenti fisicamente, hanno preferito non dichiarare la loro presenza. Ancora una volta si è svolto il teatrino della politica a solo danno della Collettività. Non c’erano poltrone o incarichi da spartire ma, probabilmente, una sciocca ripicca politica che questa volta ha allineato insieme maggioranza e opposizione.

I nostri Rappresentanti hanno fatto una pessima figura agli occhi delle Istituzioni nazionali che dovevano essere sollecitate dal Consiglio della Città a prendere provvedimenti per migliorare una situazione veramente degradata, hanno invece dimostrato la loro incapacità a prendere decisioni per il bene comune, per un territorio che ha tante bellezze purtroppo poco conosciute e, nel caso della Villa Lante, malamente conservate.

I Consiglieri assenteisti, anche se alcuni giustificati, ancora una volta hanno messo davanti agli Interessi della Comunità i loro piccoli interessi e le ripicche di partito dimenticando il bene comune per cui sono stati eletti.
Vale allora la pena andare a votare per farci rappresentare da simili personaggi?”

Aldo Quadrani
Presidente Associazione Amici di Bagnaia

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.