“Glifosato”, Viterbo Civica ha incontrato l’assessore Tofani

0

 

VITERBO – “Nella mattinata odierna, come da appuntamento prefissato, insieme alla sig.ra Carla Cenci resasi portavoce dell’iniziativa, ho avuto un incontro con l’assessore Tofani.

Scopo della breve chiacchierata era quello di sollecitare l’intervento dell’assessore in merito alle questioni “glifosato” – l’ormai tristemente noto diserbante della Monsanto – e delle isole di prossimità, vero ricettacolo di possibili malattie.

E’ bene ricordare che nel marzo 2015 l’organismo internazionale per la ricerca sul cancro (IARC) ha classificato questa sostanza come “probabile cancerogena per l’uomo” in quanto in grado di danneggiare il DNA e che in vari Paesi del mondo, tra cui la Francia, è già stata bandita. Nelle nostre intenzioni c’è quella di veder sostituito il glifosato, verosimilmente causa di intossicazioni avvenute recentemente ad animali ed esseri umani su tutto il territorio, con il disseccante “acido pelargonico”, già precedentemente individuato dall’ex assessore Vannini quale valida e sicuramente più salutare alternativa.

Abbiamo inoltre voluto ricordare al neo assessore, la situazione tragica in cui versano le isole di prossimità, a partire da quella su strada Teverina, nei pressi del mercato ortofrutticolo, più volte data alle fiamme, che oltre ad essere un pericolo a livello sanitario – leptospirosi per via dei ratti; inalazione, esposizione dermica e alimentare degli agenti tossici – finisce per causare stati di ansia (decisamente motivata) a chi vive lì intorno con l’angoscia di ritrovarsi la propria casa circondata dalle fiamme. Abbiamo fatto presente che le telecamere per la videosorveglianza sono state da tempo rimosse e quindi il conferimento dei rifiuti si è reso totalmente indiscriminato e impunito. Tofani ci ha comunicato che non era al corrente di questo e che in tempi tecnici sicuramente brevi, provvederà al ripristino del corretto controllo della situazione.

Siamo certi che l’assessore e il Sindaco abbiano a cuore la salute pubblica e che anche in un periodo come questo, rallentato dalle ferie, sapranno muoversi con solerzia ed efficacia. La salute pubblica è di responsabilità di Michelini e a cascata su assessore e dirigenti di settore: se gli organi preposti non intervengono pur essendo a conoscenza del problema, in caso di intossicazioni a persone o animali, non potremo far altro che considerarli direttamente responsabili”.

Alessia de Rubeis
Coordinatrice Unione della Tuscia – Circolo di Viterbo

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.