“La squadra è buona, ma il mercato non è finito”

0

 

VITERBO – Nessuna dichiarazione a effetto e piedi ben saldi a terra. Piero Camilli ha le idee ben chiare e, nel corso della conferenza stampa di presentazione dell’attaccante Ferdinando Sforzini e del difensore Daniele Celiento, annuncia un campionato di rilievo, senza però sbilanciarsi troppo sugli obiettivi da perseguire.

“L’ultima volta che ci siamo visti – esordisce rivolgendosi ai giornalisti – avevamo finito un stagione andata oltre le più rosee aspettative. Ed ora, dopo aver vinto campionato e poule scudetto, siamo oggi qui a parlare di Lega Pro, una realtà totalmente diversa che, a mio avviso, ci vede al pari delle altre società. La stagione che ci attende sarà difficile, ma noi vogliamo in ogni caso affrontarla al meglio, come dimostrano gli investimenti economici di questa estate. L’amministrazione comunale, da par suo, si è comportata molto meglio di quanto pensassi. Unica pecca, non da poco conto, l’assenza del gruppo elettrogeno. Un problema, questo, che si prospetta di notevole rilievo, poiché se non si è a disposizione degli orari della Lega si perdono i contributi in ballo, con conseguente ripercussione economica per la società. Il Comune ha affermato che provvederà ad affittarlo ma, a mio avviso, non è una scelta giusta.

Luciano e Piero Camilli

Luciano e Piero Camilli

Tornando al campo – prosegue Camilli – ritengo che la squadra sia stata costruita a dovere. Abbiamo dovuto cambiare il tecnico a seguito di alcune incomprensione e, in tal senso, ho preferito farlo prima che a campionato in corso. Per il resto tutti i giocatori che abbiamo reclutato sono venuti a Viterbo con il massimo entusiasmo. Certo, la rosa andrà sfoltita, a meno che ci siano giocatori disposti a fare panchina. Ad ogni modo il mercato non è finito e non sono esclusi colpi dell’ultimo momento. Le avversarie più temibili? Alessandria, Cremonese e Livorno sono tre super potenze; sul resto delle compagini non posso esprimermi. Obiettivi? Al momento non penso a fissarne, vedremo come andranno le cose domenica dopo domenica; credo però che i play-off possano essere alla nostra portata.

La parola passa poi al bomber Sforzini, sul quale gravitano buona parte delle speranze del popolo gialloblù. “La presenza del patron Camilli – afferma – è per me uno stimolo. Mi presento a Viterbo in buona forma e, a tal proposito, ringrazio il Monterosi per avermi dato la possibilità di allenarmi con loro sino a pochi giorni fa. Per quel che mi riguarda, vivere di ricordi non è bello. Voglio pertanto dimostrare di essere ancora un giocatore importante e decisivo, anche per questa Viterbese. Ai tifosi garantisco che al termine di ogni gara la mia maglia sarà sempre sudata e che metterò in campo il massimo impegno. Ovviamente auspico che gli stessi stiano sempre vicinoi alla squadra”.

Grande entusiasmo è stata manifestato anche da Celiento: “Ho avuto trattative con alcuni club di Serie B – fa notare – e con altre grandi società di Lega Pro, ma alla fine ho a scelto con entusiasmo la proposta del presidente Camilli. Per il resto, ho effettuato la preparazione con il Napoli, pertanto credo di poter essere a disposizione del mister già da domenica prossima”.

Massimiliano Chindemi

Ferdinando Sforzini

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.