“L’Inps di Viterbo non paga cassa integrazione e assegno di disoccupazione”

0

VITERBO – “Cassa integrazione e assegno di disoccupazione, due diritti che l’INPS di Viterbo non garantisce. Infatti molti lavoratori non li hanno ancora ricevuti. Due diritti perennemente in ritardo. Perché? Perché l’INPS di Viterbo è sotto organico. Queste le parole che decine di lavoratori si sentono ripetere ogni giorno dagli uffici di Via Matteotti. E intanto le loro famiglie rischiano di non arrivare a fine mese”. A dichiararlo è Elvira Fatiganti (foto), Segretario Generale della UIL TUCS Viterbo.

 

“Per farsi pagare l’assegno di disoccupazione e la cassa integrazione, a Viterbo – prosegue la Fatiganti – bisogna fare file ogni giorno per avere notizia se sono stati messi in pagamento o meno. E, per molti lavoratori, la risposta è ancora: ‘No, non sono stati messi in pagamento”. Che cosa si aspetta prima di rendere tale un diritto? Si aspetta forse che Santa Rosa faccia il miracolo da Piazza del Teatro o che tutto venga rimandato a dopo, come si dice a Viterbo? Oppure – sottolinea il Segretario Generale della UIL TUCS Viterbo – è fondamentale che, chi di dovere, permetta ai lavoratori quantomeno di pagare l’affitto di casa senza dover stare sempre a sollecitare?

 

È uno strazio, uno stress quotidiano. Una sollecitazione, da parte del Sindacato, costante. Con i propri uffici tutti i giorni impegnati a cercare di fare in modo che il problema sia risolto e i propri diritti garantiti. Rivolgo infine un appello al Direttore dell’INPS affinché Cassa integrazione e assegni di disoccupazione siano pagati con regolarità alle scadenze previste senza, ogni volta, dover fare solleciti e senza che tutte le volte le famiglie debbano stare così in ansia per una cosa che dovrebbe essere automatica. Non garantire un diritto – conclude Elvira Fatiganti – come sta accadendo a Viterbo, che è anche diritto alla sopravvivenza, è una grave responsabilità”.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.