Palazzo degli Alessandri concesso a Caffeina, le spiegazioni di Mazzola

0

 

VITERBO – Sulla concessione di Palazzo degli Alessandri, in occasione della stagione curata dalla Fondazione Caffeina, rispondo con piacere al consigliere Cataldi, ovviamente per i periodi che riguardano il mio mandato.

 

Cataldi dovrebbe sapere che l’Ente, con deliberazione di giunta n. 22 datata 27 aprile 1998, ha adottato un regolamento per disciplinare l’utilizzo delle sale di proprietà della Provincia, compreso il Palazzo degli Alessandri.

 

E’ previsto che il palazzo sia riservato ad iniziative di notevole qualità artistica e culturale e che l’Amministrazione possa derogare, a suo insindacabile giudizio, dall’obbligo del contributo giornaliero.

 

Detto questo, qualora Cataldi fosse preoccupato anche per la sicurezza dell’immobile, in caso di cospicua affluenza di pubblico, può sentirsi sollevato poiché la Fondazione, dal canto suo, provvederà ad organizzare un servizio di vigilanza per la sicurezza e la sorveglianza delle sale, anche nel rispetto di quanto previsto dai rilievi di staticità effettuati sullo stabile.

 

La Provincia, naturalmente, vigilerà affinché vengano rispettate tutte le prescrizioni del caso. L’Ente sarà sempre disponibile a concedere Palazzo Alessandri, laddove possibile e ci siano i presupposti necessari, per ospitare eventi che contribuiscono a rilanciare la Tuscia, a livello turistico e culturale.

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.