Servizi ai cittadini, 4 in pagella per il Comune di Viterbo

0

 

VITERBO – (M.C.) Quattro stelle su dieci in pagella; in buona sostanza bocciato. Questo il giudizio per il Comune di Viterbo, evinto dai dati pubblicati dal Portale di accesso alle informazioni degli enti locali promosso dal Dipartimento delle Finanze e dalla SOSE.

Il capoluogo della Tuscia, infatti, relativamente all’anno 2013, è risultato essere largamente insufficiente in merito al confronto tra spesa reale per i servizi offerti ai propri cittadini e il cosiddetto “fabbisogno standard”, ovvero, il fabbisogno finanziario di un ente in base alle caratteristiche territoriali, agli aspetti socio-demografici della popolazione residente e ai servizi offerti.

Nello specifico, il Comune di Viterbo ha speso nel 2013 € 37.031.031 per i servizi ai propri cittadini (556 euro per residente) a fronte di un Fabbisogno Standard di € 42.589.072; di fatto 5.558.041 euro in meno.

Una differenza in negativo del 13,05% che si ripercuote sulla capacità del Comune di soddisfare la domanda di servizi espressa dai cittadini, tenendo conto della spesa e dei servizi offerti rispetto allo standard.

Su dodici settori riportati, solo tre superano infatti la sufficienza: i servizi dedicati al territorio (6,20), alla viabilità (6,80) e agli asili nido (7,00).

Decisamente insufficienti i servizi dedicati ai Tributi, all’Ufficio Tecnico, all’Anagrafe, agli Altri Servizi generali, alla Polizia locale, all’Istruzione, ai Trasporti, ai Rifiuti e al Sociale.

viterbo-dati-costi

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.