“Una targa in memoria di Simona Cuccagna”

0

 

VITERBO – Tre sale dell’Hotel Salus Terme e oltre 100 ospiti per una numerosa serie di dibattiti che vedrà  associazioni, partiti e movimenti politici di ogni corrente confrontarsi a viso aperto con i comuni cittadini.

Questo lo scenario che caratterizzerà la seconda edizione de “L’Isola che non c’è”, convention in programma domenica 25 settembre (dalla 9 alle 13) ideata e messa in atto da Fondazione per la Tuscia con un unico fine: quello di partorire spunti e suggerimenti sulle varie azioni da mettere in campo per contribuire alla crescita del territorio.

“Visto il grande successo della passata edizione – afferma Paolo Barbieri – abbiamo voluto riproporre anche quest’anno un evento che ha trovato l’apprezzamento di tanti viterbesi e che speriamo possa continuare a produrre nuove idee. Non mancherà, come nell’edizione 2015, un riconoscimento importante teso a ricordare una persona che non c’è più e che è stata molto apprezzata dalla nostra comunità.

Riconoscimento che, quest’anno, andrà a Simona Cuccagna, la vigilessa prematuramente scomparsa lo scorso dicembre. Inviteremo pertanto la sua famiglia all’evento, per consegnarli una targa attestante il buon lavoro, riconosciuto da noi tutti, svolto da Simona per la nostra città”.

Sulle tematiche che saranno affrontate nel corso della mattinata si è soffermato invece Gianmaria Santucci. “Come avvenuto nella passata edizione – spiega Santucci – ci sarà la parte dedicata alle interviste rivolte ai rappresentanti delle varie associazioni del territorio. Quest’anno però, ed è questa una delle novità, grande rilevanza verrà assunta dai dibattiti. Turismo, nuove tecnologie in favore dei cittadini ed emergenza sismica; questi saranno solo alcuni dei temi affrontati nel corso di un’intensa mattinata che sarà arricchita, come nel caso del dibattito sull’emergenza sismica, dalla presenza di persone preparate come vigili del fuoco, geologi ed esperti del settore. Ovviamente il sindaco è stato invitato a partecipare e contiamo sulla sua presenza. L’evento andrà in onda su Radio Verde, mentre la diretta streaming verrà effettuata su Facebook, Twitter e Youtube. Sarà inoltre attiva una Web Edition allestita dagli operatori che quest’anno si sono occupati della diretta del Trasporto della Macchina di Santa Rosa.

Tra i tanti temi che andremo ad affrontare – conclude Santucci – sottolineo anche quello relativo allo sviluppo della città, a cui abbiamo invitato a partecipare tutti i segretari dei partiti politici. Ma, soprattutto, invito tutti quanti a puntare i riflettori sul dibattito incentrato sul vasto e sentito tema della cultura; un dibattito che, senza troppi timori, si preannuncia come il più grande svoltosi a Viterbo negli ultimi 10 anni”.

Massimiliano Chindemi

Commenta con il tuo account Facebook
Share.

Comments are closed.