ACQUAPENDENTE – La critica d’arte Maria Beatrice Rigobello Autizi ed il suo libro “Le stelle di Giotto: Enrico Scrovegni ed i Templari” sarà ospite Sabato alle ore 17.30 della Biblioteca Comunale di Acquapendente di un pomeriggio evento curato logisticamente dal Responsabile settore Marcello Rossi in partnership Comune di Acquapendente, Bibliolago Festival, Regione Lazio.

Per l’occasione grazie anche al supporto storico in qualità di relatore del Dottor Renzo Chiovelli, verrà riletto un romanzo che interpreta l’arte affreschistica di uno dei più illuminati pittori in quel di Padova, alla luce delle possibili relazioni con i Templari e che contiene alcune parti dedicate ad Acquapendente ed al territorio dell’Alto Lazio descritte nel viaggio verso Roma di Enrico Scrovegni. Nata a Lendinara (Rovigo) e Laureata in Lettere Moderne presso l’Università degli Studi di Padova ha frequentato il corso triennale di specializzazione in Storia dell’Arte. E’ stata docente di storia dell’arte presso l’Istituto Statale d’Arte P.Selvatico di Padova. Nel 2006 e nel 2007 ha insegnato “Architettura del paesaggio” ed “Arte Contemporanea” nel corso post-diploma di Tecnico Superiore per l’’organizzazione ed il marketing del Turismo integrato promosso dalla Regione del Venetro presso l’ITG G.Belzoni di Padova.

Da oltre vent’anni lavora come critica d’arte, organizza mostre ed eventi, scrive libri e cataloghi d’arte. Dal 1992 tiene cicli di conferenze a Padova ed in altre Città italiane. Dal 1992 tiene cicli di conferenze a Padova ed in altre Città italiane. Dal 1998 al 2003 è stata collaboratrice de “Il Mattino di Padova”, “La Nuova Venezia” e “La Tribuna di Treviso” per i quali ha scritto centinaia di articoli attinenti il settore artistico. Ha collaborato con le riviste “Minerva”, “Farmacia Donna” e scrive per la rivista “Padova ed il suo territorio” con articoli riguardante il settore d’arte. Nel Novembre 2006 ha presentato percorsi d’arte, trasmissione televisiva settimanale del Sabato sera su una televisione privata dedicata a Prato della Valle, La Chiesa degli Eremitani, Palazzo della Regione e le Ville Venete. Nel 2007, su proposta del Comitato dei Padovani Eccellenti, ha ricevuto dal Sindaco del Comune di Padova il Sigillo della Città “per l’impegno profuso nella diffusione della cultura, della storia, dell’arte e dell’architettura, sia nel mondo della scuola, che attraverso innumerevoli mostre o Convegni, in grado di cogliere l’attenzione di un più vasto pubblico non solo in Italia ma anche all’estero”.

Commenta con il tuo account Facebook