ACQUAPENDENTE – Con il ritiro dei pettorali a partire dalle ore 16.00 presso il Servizio Turismo e Comunicazione di Vicolo San Girolamo a Siena, ha preso via ufficialmente Venerdì 20 Ottobre la prima Edizione della UltraFrancigena Marathon che ha collegato idealmente in questo week-end la “Città del Palio” ad Acquapendente.

Archiviata la consegna materiale per tutti coloro che si accingevano a percorrere i tratti Siena Acquapendente e Siena Buonconvento, è iniziata poco dopo le ore 18.00 presso il Teatro dei Rozzi di Piazza Indipendenza il vernissage culturale. Condotto dal comico Gene Gnocchi, si è dipanato lo show “VIE FRANCI-GENE”. Proposto dall’Associazione Europea delle Vie Francigene e voluto dall’amministrazione comunale di Siena, ha centrato pienamente l’obiettivo di valorizzare il percorso della Via Francigena attraverso testimonianze e temi diversi, capaci di coniugare interesse culturale e umorismo sulle vie dei pellegrini. Spazio poi alla gastronomia. Con alle 20.30 una cena Francigena presso il Ristorante all’Orto de’ Pecci in Via di Porta della Giustizia. “Un appuntamento”, come sottolineato dagli organizzatori, “ per conoscersi e stare insieme, rivolta ai camminatori o agli appassionati della Via Francigena” . Per l’occasione si è potuto assaporare un “menù francigeno” all’interno del ristorante dell’Orto de’ pecci, polmone verde a due passi da Piazza del Campo. Un luogo magico che ospita anche una fattoria didattica e un Orto medievale. Sabato 21 Ottobre dalle ore 08 alle ore 09.30 presso il Servizio Turismo e Comunicazione è avvenuto il ritiro pettorali percorso Siena-Acquapendente e Siena-Buonconvento Alle ore 10 presso Santa Maria della Scala – Piazza Duomo è partito il tappone Siena-Acquapendente (lunghezza percorso 120 Km) giunto presso il Palazzo Comunale aquesiano di Piazza Girolamo Fabrizio. Il tutto esclusivamente camminando. Alla stessa ora hanno preso il via i partecipanti alla tappa Siena –Buonconvento (lunghezza percorso 32 Km). Alle ore 10.15 al via il terzo appuntamento Con la la Strasiena Francigena walk. Nel godersi lo spettacolo partenza, gli organizzatori hanno fatto il punto sull’evento: “ “L’iniziativa”, hanno sottolineato gli organizzatori a fine evento, è omologata e assicurata dalla F.I.A.S.P.(federazione Italiana Amatori Sport Popolari) e rientra nelle attività ludico motorie del tempo libero ed è dichiaratamente una camminata non competitiva. L’evento è stato organizzato dai Comuni di Siena e Acquapendente con il patrocinio dell’Associazione Europea delle Vie Francigene e la collaborazione dei Comuni di Monteroni D’Arbia, Buonconvento, Montalcino, San Quirico D’Orcia, Castiglione D’Orcia, Radicofani, San Casciano dei Bagni e Proceno. Siamo davvero soddisfatti sull’afflluenza piattaforma social: Facebook e Instagram e i profili EnjoySiena su Facebook, Twitter, Google+, Tumblr, Instagram, Pinterest, YouTube.” A passo di trekking e nordic walking sull’antico itinerario di “Sigerico” per scoprire i luoghi più suggestivi della Toscana e del Lazio, abbiamo ospitato la prima edizione della ‘World Francigena Ultra Marathon’ la prima ultramaratona europea, a passo di trekking e nordic walking, lungo l’antico itinerario di Sigerico fino ad Acquapendente. L’evento ha previsto pquattro percorsi: quello non stop di 120 Km da Siena ad Acquapendente con partenza sabato 21 ottobre alle ore 10; la tappa di 32 Km da Siena a Buonconvento con partenza sabato 21 ottobre alle ore 10; l’itinerario di 65 Km da San Quirico d’Orcia ad Acquapendente con partenza sabato 21 ottobre in notturna (alle ore 22) e quello di 32 Km da Radicofani ad Acquapendente con partenza domenica 22 ottobre, alle ore 9. La manifestazione si è venerdì 20 Ottobre con la consegna dei pettorali e la cerimonia di inaugurazione ospitata a Siena, in compagnia dei rappresentanti degli nove comuni protagonisti dell’iniziativa e lo spettacolo ‘Vie franci-gene’ con Gene Gnocchi. Sabato 21 ottobre da Piazza Duomo a Siena i ‘meno allenati’ hanno potuto partecipare alla StraSiena, itinerario non competitivo da percorrere a piedi, con partenza alle ore 10.15 di fronte al Complesso museale Santa Maria della Scala. L’itinerario di 5 km, pensato anche per i bambini, ha permesso di scoprire il centro storico di Siena, patrimonio Unesco che fin dal Medioevo era attraversato dai pellegrini in viaggio verso Roma. L’itinerario ha toccato alcuni dei borghi più suggestivi della Via Francigena tra Toscana e Alto Lazio: da Monteroni D’Arbia a Buonconvento per arrivare poi a Torrenieri, frazione di Montalcino; San Quirico D’Orcia e Bagno Vignoni, costeggiando Gallina, frazione di Castiglion D’Orcia fino a Radicofani, scendendo a Ponte a Rigo, frazione di San Casciano Dei Bagni e Proceno. Un vero e proprio tuffo nella storia, attraversando borghi antichi, paesaggi rurali e aree naturali incontaminate per vivere un’esperienza unica in Europa.  Da Siena – Santa Maria della Scala, lungo le strade bianche della Val d’Arbia e le propaggini delle crete senesi, si sfiora Monteroni e successivamente si è giunti a Buonconvento, arrivo di tappa del percorso (32 Km), dove ha inizio una nuova tappa di 32 km circa. Salendo la valle dell’Ombrone verso i vigneti che ricoprono la collina di Montalcino, si è proseguito lungo le strade bianche verso Torrenieri, fino a raggiungere San Quirico D’Orcia. Da San Quirico d’Orcia dove è inizitaa una tappa impegnativa di 32,7 km (partenza in notturna), con salite e discese lungo brulle colline ed una dura salita finale verso il punto tappa a Radicofani, a 790 m. slm. Da qui è iniziata un’altra tappa impegnativa di 31,8 km con una lunga discesa lungo il crinale, con la vista sulle valli che si allungano verso il Lazio ed attorno colline a perdita d’occhio. Giunti nel Lazio, ancora strade sterrate e dopo l’ultima ripida salita verso la porta della Ripa, porta d’ingresso della Città di Acquapendente (La Gerusalemme D’Europa), dove è termina la Ultramarathon con arrivo nella Piazza del Comune.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email