Con Delibera di Giunta N° 45 il Comune di Acquapendente emana apposito atto di indirizzo per sospensione / esenzione pagamento in maniera permanente e temporanea del Cosap (Canone Occupazione Spazio ed Aree Pubbliche).

“Con questo atto”, sottolinea il primo cittadino Dottor Angelo Ghinassi, “si dà mandato all’Ufficio Comunale competente per la predisposizione di una proposta di Delibera da sottoporre all’approvazione del prossimo Consiglio Comunale nella quale si preveda la riduzione del canone ai titolari di concessioni permanenti occupazionali di suolo pubblico, in misura proporzionale alla durata di sospensione effettuata a seguito dell’emergenza Covid 19 e relativamente a quelle attività a quelle attività di commercio al dettaglio e all’ingrosso di somministrazione di alimenti e bevande, pubblici esercizi artigianali con codice di attività per i quali risulta sospesa l’attività in base a provvedimenti del Governo Nazionale. Per il periodo 1 Giugno 31 Dicembre, prevista esenzione del pagamento della stessa al fine di agevolarne la ripresa Per quanto riguarda il rilascio delle nuove concessioni essa avverrà previo nulla osta della Polizia Locale per quanto riguarda la compatibilità con la viabilità dei mezzi di soccorso e di emergenza e dell’Area Tecnica per quanto comporta la compatibilità urbanistica e tecnica delle eventuali installazioni che dovranno essere conformi al regolamento comunale e che potranno essere concesse prevedendo zone pedonali e parcheggi pubblici a pagamento”. Importanti novità anche in merito alla presentazione istanze avviso pubblico “Fondo straordinario regionale anno 2020 per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione. “Inizialmente la scadenza di presentazione domande era il 30 Aprile”, sottolinea il primo cittadino, “ma il Nostro Ente lo ha prorogato fino a questo fine settimana. La manifestazione della volontà della nostra Giunta in questo triste periodo restrizioni Covid 19 di voler favorire in tutto e per tutto con un iter burocratico più allargato le famiglie aquesiane necessitanti”.