Con otto voti favorevoli e l’astensione del rappresentante di minoranza Francesco Luzzi, il Consiglio Comunale di Acquapendente ha conferito la cittadinanza onoraria all’Architetto Sandro Poici. Spetta alla cittadina Gianna Bisti leggere e commentare il curriculum “Uomo che non si è mai risparmiato”, sottolinea, “di promuovere la nostra Città ed il nostro territorio nell’ambito della Francigena. Dal punto di vista turistico abbiamo bisogno di amici e chi ci prenda per mano. E Lui è uno di questi. Non posso far altro che ringraziare il Sindaco e l’Amministrazione comunale per aver avviato l’iter in essere”. “Devo essere sincero”, sottolinea nella dichiarazione di voto il consigliere Luzzi, “non riesco a riscontrare nell’attività dell’Architetto qualcosa che motivi il conferimento della cittadinanza e nei suoi stessi siti non ho trovato nulla. Sono imbarazzato, ma personalmente non riscontro un legame e mi dispiace contestare: cittadini emeriti li abbiamo avuti”. “Ognuno ha la propria opinione”, sottolinea il Sindaco Ghinassi. “Contrariamente a Luzzi posso sottolineare di aver vissuto con lo stesso Poici fasi di promozione di Acquapendente e posso dire esattamente il contrario: magari averne di più di persone che amavano il nostro territorio. Fondamentale è considerare che: a) Il suo impegno per la promozione e valorizzazione della Via Francigena con particolare riferimento ai paesi ed ai borghi presenti sul cammino; b) Il suo costante sostegno alla promozione della Nostra Città con particolare riferimento alle peculiarità connesse agli aspetti culturali, religiosi, spirituali; c) La stima profonda che questa Amministrazione nutre nei suoi confronti, in quanto in più di una occasione ha messo a disposizione della Nostra Città la sua professionalità ed il suo impegno sociale. Seppur questo Istituto non sia disciplinato da specifica regolamentazione dell’Ente, costituisce un importante riconoscimento per chi, pur non essendo iscritto nell’anagrafe del Comune, si sia distinto con riferimento ai valori ed ai principi della comunità, per impegno ed opere nei campi della Scienza, delle Arti, del Lavoro, dello Sport, iniziative di carattere sociale nonché in favore della pacifica convivenza e della fratellanza o in altre azioni di alto valore umano a vantaggio della Comunità internazionale. Un conferimento quindi come riconoscimento all’impegno ed all’interesse rivolto alla promozione ed alla sensibilizzazione culturale e civica del nostro territorio.