«Ringraziamo l’assessore regionale alla sanità Alessio D’Amato, l’assessore regionale alle politiche sociali Alessandra Troncarelli, il consigliere regionale Enrico Panunzi e il direttore generale della ASL di Viterbo Daniela Donetti, che ieri 16 settembre 2020, hanno fatto un sopralluogo all’ospedale di Acquapendente.

Da parte della Regione Lazio – afferma Angelo Ghinassi, Sindaco di Acquapendente, – si manifesta un concreto interessamento con la volontà di investire su una struttura ospedaliera per i bisogni sanitari dell’Alta Tuscia.

Viene così confermato, oltre al valore sociale, il ruolo strategico dell’ospedale di Acquapendente, a servizio di un più ampio territorio.

D'amato-Acquapendente

La vicenda del Covid-19 ha evidenziato l’esigenza di un servizio sanitario pubblico più vicino ai cittadini, in cui le strutture sanitarie operino in rete, anche oltre l’emergenza.

Il fatto che la Regione Lazio sia uscita dal commissariamento – e questo è un risultato importante della giunta Zingaretti – può aprire una fase di rilancio del sistema sanitario, supportato da nuove possibilità di investimento, anche per la disponibilità di risorse economiche straordinarie.

Si aprono perciò nuove prospettive e rimaniamo in fiduciosa attesa circa le valutazioni tecnico-economiche che saranno espletate nei prossimi giorni.

Una volta definita l’idea progettuale sarà mia cura rendere partecipi gli altri sindaci dell’Alta Tuscia, perché una struttura sanitaria efficiente è un bene per tutto il territorio».