Angelo Ghinassi, sindaco di Acquapendente

ACQUAPENDENTE – Al termine dell’incontro per gli auguri di buoni feste con il personale comunale, il Sindaco di Acquapendente Dottor Angelo Ghinassi ne invia uno ai cittadini: “L’anno che si stà per chiudere”, sottolinea, “è stato un anno difficile non solo per l’Amministrazione Comunale.

La nostra comunità sente ancora le conseguenze di una lunga crisi economica, che ha messo in sofferenza molte attività e che ha ridotto le opportunità per i nostri giovani. Nel contatto quotidiano con Voi queste difficoltà si percepiscono tutte. Ciononostante io continuo a credere che il nostro territorio, se non minacciato da iniziative speculative incompatibili con le Nostre vocazioni di sviluppo, possa fare quel salto di qualità necessario a condurre tutti ad un maggiore benessere, innescando un ciclo virtuoso in cui il lavoro di ognuno porti beneficio anche agli altri. Le dimensioni della sfida e la complessità dei problemi non devono scoraggiarci. Penso che la ripresa della nostra bella Italia possa solo avvenire solo a partire dai territori e dalle persone che li abitano, perché qui è la vera ricchezza. Perciò vi chiedo fiducia, non tanto per me. Io sono una persona prestata all’Amministrazione della cosa pubblica per qualche anno e le mie sorti personali non sono più importanti di quelle di ognuno di Voi.

I Sindaci passano, le comunità delle donne e degli uomini restano. Vi chiedo di avere fiducia in Voi stessi, nel Vostro lavoro, nella Vostra intelligenza, nella Vostra creatività. Il compito mio e delle persone che mi lavorano a fianco è quello di essere utili alla Vostra realizzazione, perché ci sono problemi che ognuno di Noi può risolvere personalmente ma ce ne sono anche tanti altri che hanno bisogno di uno sforzo collettivo. Le istituzioni democratiche esistono per questo e c’è bisogno soprattutto in momenti come quello attuale di un recupero di credibilità e di fiducia, a tutti i livelli. Se si guarda ad Acquapendente con occhi non offuscati dalla nostalgia per epoche irripetibili e si osservano attentamente le tante iniziative che avvengono, le energie che vengono messe in gioco, a volte con capacità e professionalità superiori a quelle del passato, si vede un quadro che non è affatto desolante. Ci sono i semi per una rinascita, stà a noi far crescere bene la pianta .Con questo spirito Vi auguro Buon Natale, nella speranza che il 2018 sia un anno migliore per tutti Voi e per le Vostre famiglie.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email