«Scriviamo perché siamo stati contattati da diversi cittadini che non sono rimasti indifferenti alle condizioni disastrose in cui versa Via Castagno d’Onano nel paese di Acquapendente. Più precisamente, – comunica Lega Salvini Premier, Coordinamento Comunale di Acquapendente –  la Società che gestisce il servizio idrico, la Talete, il mese scorso ha svolto dei lavori di riparazione, ma ancora al giorno d’oggi la pavimentazione stradale è  danneggiata, come purtroppo il resto della via che versa in uno stato di abbandono, rappresentando in questo modo, oltre che un intralcio per la viabilità dei veicoli, un pericolo per i pedoni.

L’unica specie di protezione, infatti, sono due paletti con un nastro rosso e bianco svolazzante che circonda metà della buca, ma che in ogni caso rimane di scarsa efficacia nel prevenire eventuali incidenti che in queste condizioni possono avvenire con estrema facilità. Alla pericolosità della pavimentazione stradale danneggiata si aggiunge anche la mancanza di un’ adeguata illuminazione da cantiere che di notte rende scarsamente visibile la buca e di un’opportuna segnaletica.

Riteniamo che questo sia uno dei segnali dell’incuria con la quale viene gestito il territorio comunale: da una parte si punta al turismo ecosostenibile, a prodigiosi progetti di videosorveglianza e a segnaletiche interattive, dall’altra si ha un paese in cui le strade sono un pericolo per la viabilità pedonale e veicolare e scarsamente sicure.

L’efficienza di un Amministrazione Comunale si vede da come gestisce le cose di interesse pratico per un cittadino e l’incapacità di mantenere funzionali e sicure le strade comporta la mancanza di quello che dovrebbe costituire la priorità, vale a dire la salvaguardia degli interessi del cittadino. E non riuscire a riparare in un mese una buca, di certo non significa efficienza!

In questo contesto chiediamo quindi un intervento per un pronto ripristino della strada».

Commenta con il tuo account Facebook