Con otto voti favorevoli e l’astensione dei consiglieri di minoranza Fabrizio Camilli, Solange Manfredi e Barbara Belcari il Consiglio Comunale di Acquapendente in ottemperanza all’ Art. 14 Legge 26/04/1983 n. 131, verifica la quantità di aree da destinare alla residenza e alle attività produttive ai sensi della Legge 167/1962 e s.m.i., Legge 865/1971 e 457/1978 e loro successive modifiche ed integrazioni.

Questo l’elenco in essere:: 1. P.E.E.P. FIORITA (Lotti disponibili nn. 3-4-5-6-7-8-10-11-12 Superficie totale lotti disponibili mq. 8.473); 2. P.E.E.P. FRAZIONE TORRE ALFINA (Lotti disponibili nn. 2-3-4-5-6-7-8-9-11 Superficie totale lotti disponibili mq. 12.598) 3. P.E.E.P. VIGNOLO (Lotti disponibili nn. 8-9 Superficie totale lotti disponibili mq. 2.725), 4. P.E.E.P. FRAZIONE DI TREVINANO (Lotto disponibile n. 1 Superficie totale lotto disponibile mq. 960); 5. P.I.P. CAMPOMORINO –AMPLIAMENTO Lotti disponibili nn. 19-20-21-22-23-24-25-27-28-29-31-32-33-34-35-36 (3.241 + 3.460 + 5.426 + 3.245 + 3.343 + 3.328 + 3.784 + 4.164 + 4.166 + 3.513 + 4.003 + 3.948 + 4.303 + 3.527 + 3.892 + 3.616) Superficie totale lotti disponibili mq. 56.534); 6. P.P.E. LOC. SAN GIUSTO (Lotto disponibile n. 7 Superficie totale lotto disponibile mq. 10.320).

Il Comune fissa il prezzo di cessione delle aree in misura pari al costo di acquisizione maggiorato delle spese di urbanizzazione e di quelle sostenute per la redazione degli strumenti urbanistici attuativi, dei frazionamenti ect. ed eventualmente delle necessarie rivalutazioni; ed include nel prezzo di cessione delle aree per l’edilizia residenziale e produttiva anche le eventuali spese sostenute e da sostenere per la resistenza negli eventuali giudizi promossi dai proprietari espropriati.: “Stiamo parlando” sottolinea il Sindaco del Comune di Acquapendente Dottor Angelo Ghinassi “del valore di associare alle aree edificabili.

Non vi sono variazioni da proporre, anche in virtù della situazione straordinaria dovuta al Covid-19. Siamo in una situazione di grande incertezza per quello che ci aspetta il futuro, in questa fase manteniamo fermi i parametri ed i presupposti per entrate e spese, così da non effettuare tagli”. Con l’astensione delle Consigliere Barbara Belcari (minoranza) e Martina Poppi (maggioranza) viene incaricato da parte del Sindaco l’Ufficio Tecnico Comunale di predisporre gli strumenti urbanistici appositi per avviare l’iter di concessione mineraria. Lo stesso primo cittadino rende ufficiale la nota istruttoria della Corte dei Conti in merito alle ricognizioni delle partecipazione SIIT- Talete ed, infine, che come Presidente del Consiglio di Comunità Montana Alta Tuscia Laziale ha ratificato la proposta del Commissario liquidatore dell’Ente Giovanni Giuliani di avviare come principale progetto triennio 2020/2022 la realizzazione di una compostiera (€ 1.022.091,43) in grado di qualificare maggiormente la raccolta differenziata nei territori dell’Ente (Acquapendente, Gradoli, Grotte di Castro, Latera, Onano, Proceno, San Lorenzo Nuovo, Valentano).