ACQUAPENDENTE – Al termine della prima riunione di Dicembre, l’Associazione Nuova Acquapendente discute ed approva un documento sulla raccolta rifiuti ad Acquapendente.

“Cogliamo l’occasione di comunicare alla popolazione”, sottolineano, “che la raccolta rifiuti differenziati aquesiani è la più bassa di sempre. A Settembre avevamo accennato alla emanazione di una Ordinanza del Sindaco contenente ben 15 tipologie di sanzioni per violazione delle disposizioni in materia di decoro urbano e raccolta differenziata e concludevamo auspicando la speranza dei cittadini-contribuenti di vedersi ridurre le esose tariffe fino ad oggi pagate.

Nel mese di Novembre abbiamo potuto appurare dai mass-media che i dati buoni non sono. Un solo dato: la raccolta differenziata si attesta sul 52,45 precisando che si era fatto meglio nel 2011, nel 2012 e nel 2015. Non sappiamo se Acquapendente sia compresa fra i Comuni che hanno applicato in maniera sbagliata le regole e se i cittadini avranno o meno diritto al rimborso del pagato in più. Ma una cosa è certa: continuano a pagare tariffe molto esose e non si vede alcuna strada di riduzione che può venire solo, a Nostro modesto parere, applicando il principio di premiare che rispetta le regole sulla raccolta differenziata e non di fare di ogni erba un fascio. Ma questo è stato e continua ad essere un discorso fra sordi”.

Commenta con il tuo account Facebook