«Il giorno 23 del mese di Agosto 2018 si è riunita la Commissione di gara per l’affidamento dell’incarico di progettazione esecutiva, direzione dei lavori, e coordinamento della sicurezza in fase progettuale ed esecutiva per la mitigazione del dissesto idrogeologico e la stabilizzazione del pendio circostante Porta della Ripa.
Dal verbale di gara – comunica Lega Salvini Premier, Coordinamento di Acquapendente – risulta che per l’affidamento dell’incarico si è proceduto mediante una gara a procedura negoziata da esprimersi con il criterio del prezzo più basso, e che sono stati invitati anche cinque professionisti, di cui solamente uno del Comune di Acquapendente.
Alla fine della gara, l’incarico è stato affidato ad un professionista non aquesiano, che aveva offerto il ribasso più elevato.
Non possiamo non notare l’analogia con la gara di appalto per l’efficientamento energetico dell’impianto di pubblica illuminazione dei centri urbani di Acquapendente, Torre Alfina e Trevinano, alla quale sono stati invitati quattro professionisti non aquesiani a fronte di uno solamente di Acquapendente.
Evidentemente questo modo di procedere è uno standard del Responsabile dei Servizi Tecnici del Comune di Acquapendente, criterio che penalizza notevolmente i numerosi professionisti del territorio comunale, e che viene ad incidere negativamente sull’intera economia del paese.
Noi chiediamo che vengano invitate le ditte e i professionisti del posto perché l’invito di più ditte o più professionisti non penalizza di certo il Comune».

Inviato da Libero Mail per iOS