La Comunità Montana Alta Tuscia Laziale ratifica con apposita Delibera di Giunta le principali scelte ed indirizzi generali che riguarderanno un territorio di circa 17.000 abitanti nel triennio 2020-2022.

Otto in generale i principi cardine: 1) Per quanto riguarda quello di sostenibilità economico finanziaria, si partirà da un fondo cassa al 31 Dicembre 2018 di 760.002,32 Euro. Nettamente superiore a quello del 2017 (353.442,78 Euro) e del 2016 (316.770,76). 2) Quello gestione risorse umane, prevede una continuità nel concetto di risparmio controllato che oramai segue un preciso trend quinquennale. Si passa infatti dal 190.800.06 con incidenza 68.32% del 2014 ad un 134.565,88 con incidenza 34.05 del 2018. 3) Per quanto concerne acquisti forniture e servizi grazie ad apporti capitali privato il triennio si stabilizza sulla cifra di 1.865.000. Per quanto riguarda i servizi istituzionali generale e di gestione, stanziamento di 195.135.72 ogni anno (cassa 2020 241.675,69).4) Alla voce sviluppo sostenibile e tutela territorio-ambiente i progetti riguarderanno rifiuti ed aree protette. Stanziamento triennale pari ad Euro 2.115.000 (cassa 2020 3.049.263,74). 5) La voce debito pubblico ruoterà attorno agli interessi, ammortamenti, mutui, prestiti ed obbligazioni. Stanziamento triennale 51.888,62 con cassa 2020 di Euro 77.832,93. 6) Alla voce anticipazioni finanziarie tutto ruoterà attorno alla restituzione tesoreria (stanziamento e cassa totale si allineano ad Euro 170.997,16). 7) La voce servizi per conti terzi ruoterà attorno al concetto di partite di giro (stanziamento triennale 120.216,50 con cassa 2020 141.816,15). 8) Alla voce attivo patrimoniale 2018, infine, immobilizzazioni materiali Euro 653.758,96 e immobilizzazioni finanziarie Euro 316.770,76.

Commenta con il tuo account Facebook