ACQUAPENDENTE – Venerdì 13 maggio ad Acquapendente, alla presenza del Presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi, e dell’Assessore alle politiche del territorio e mobilità della Giunta regionale Lazio, Michele Civita, si è tenuto l’incontro IL LAZIO COMINCIA DA QUI – Politiche comuni per il governo del territorio tra Lazio e Toscana.

 

All’incontro, organizzato dal Partito Democratico a sostegno della lista Prospettiva Futuro per il candidato Sindaco Angelo Ghinassi, hanno partecipato inoltre L’On. Alessandra Terrosi, componente della XIII Commissione Agricoltura, il Consigliere regionale e Presidente della Commissione ambiente e urbanistica della Regione Lazio Enrico Panunzi, il Sindaco di Acquapendente, Alberto Bambini, e il Segretario provinciale del PD, Andrea Egidi.

 

Il dibattito si è sviluppato intorno ai principali problemi del territorio aquesiano, in una visione interregionale delle soluzioni. Sulla Sanità è stato ricordato l’importante sforzo prodotto dall’Amministrazione Bambini e dal Consigliere Panunzi che, con il Presidente regionale Zingaretti, hanno permesso la riapertura nel 2014 dell’Ospedale di Acquapendente, chiuso dalla precedente Giunta regionale Polverini. Ghinassi ha sottolineato che questo importante traguardo rappresenta un punto di partenza e non un punto d’arrivo. E’ necessario sviluppare ulteriormente il ruolo dell’Ospedale in un contesto territoriale più ampio, coinvolgendo le regioni confinanti, attraverso la collaborazione con gli ospedali di Abbadia San Salvatore e Orvieto, per offrire una rete di servizi integrati. Enrico Rossi ha manifestato la sua adesione al progetto e il suo impegno nella realizzazione.

 

Un altro importante tema trattato è stato quello della Mobilità. La SR2 Cassia rappresenta un’arteria di vitale importanza per tutto il territorio e presenta attualmente gravi criticità. Ghinassi ha chiesto impegni precisi alle due Regioni interessate. Enrico Rossi ha sottolineato che il problema è di competenza regionale solo da gennaio di quest’anno e per quanto riguarda il ponte sul fiume Paglia al Km 153, Rossi ha spiegato che sono stati avviati i lavori per la costruzione di un ponte provvisorio per tamponare la situazione, mentre entro la fine dell’anno verrà consegnato il progetto preliminare. Si conta di partire con la costruzione di un nuovo ponte per i primi mesi del 2017. Enrico Panunzi, in merito alla viabilità stradale, ha parlato del pessimo stato in cui si trovano le strade della Provincia di Viterbo, frutto di passaggi di competenze e debiti delle società che si occupavano di viabilità, e dell’impegno assunto dalla Giunta regionale circa il ripristino delle condizioni di sicurezza e normalità della viabilità provinciale. Michele Civita ha annunciato il rinnovo del contratto di servizio con Trenitalia e che la Regione Lazio ha previsto di mantenere tutti i servizi ferroviari e tutti gli Intercity. Per quanto riguarda gli abbonamenti dalle stazioni umbre, Michele Civita ha rassicurato tutti i pendolari laziali che per il futuro non dovranno pagare costi aggiuntivi ma potranno avvalersi delle agevolazioni Metrebus. L’Assessore ha parlato di un rilancio del trasporto pubblico, in particolare del Cotral e del fatto che entro Ottobre 2016 arriveranno sul territorio circa 400 nuovi autobus in sostituzione di quelli vecchi. Inoltre, relativamente al trasporto pubblico locale ha evidenziato la necessità che i Comuni si consorzino tra loro.

 

Riguardo alla salvaguardia dell’Ambiente, Alberto Bambini ha ricordato la ferma opposizione, con Alessandra Terrosi e gli altri sindaci dell’Alta Tuscia, alla realizzazione dei due progetti pilota Geotermici su questo territorio. Ghinassi ha ribadito che il programma di Prospettiva Futuro prevede il fermo no alla Geotermia. Enrico Panunzi ha ricordato l’impegno che lui stesso sta portando avanti in questo ambito ed ha sottolineato la necessità di una preventiva mappatura delle zone idonee alla realizzazione di tali impianti. Panunzi ha inoltre espresso la necessità di avviare i Contratti di Fiume per il monitoraggio e la salvaguardia dei territori attraversati dal Fiume Paglia.

 

Altro tema toccato è stato quello del Turismo e, in particolare, della via Francigena. Ghinassi ha confermato l’importanza di questa risorsa per il turismo di Acquapendente ed ha manifestato la necessità che la Regione Lazio intraprenda iniziative a sostegno, in coerenza con quelle avviate e realizzate dalla Regione Toscana, in particolare la messa in sicurezza di questo cammino e la sua promozione. Panunzi ha comunicato che la Regione ha stanziato un investimento di oltre 400 mila euro sulla via Francigena.
Riguardo allo Sviluppo economico Ghinassi ha sottolineato l’importanza di questo tema nel programma di Prospettiva Futuro, con riferimento alle iniziative che devono essere poste in essere per arginare l’emigrazione dei giovani, vero male di questo territorio. In questo ambito ha presentato il progetto per la realizzazione di un Incubatore per nuove imprese che metterà a disposizione spazi e servizi. Ha inoltre raccomandato che questo progetto rientri in una visione interregionale, coinvolgendo i comuni limitrofi, laziali, toscani e umbri, e le rispettive regioni per il necessario supporto. Enrico Rossi ha condiviso questo progetto, facendo sua l’idea di collaborazione e lavoro tra le tre Regioni al fine di favorire il bene e gli interessi del territorio e delle comunità, sfruttando al meglio le risorse che si hanno.

 

L’On. Alessandra Terrosi, nel corso del suo intervento, ha presentato tra l’altro della situazione politica aquesiana, di ciò che è stato fatto e di ciò che dovrà essere migliorato per favorire il territorio e la comunità, del suo appoggio alla lista Prospettiva Futuro e al candidato Sindaco Angelo Ghinassi. Andrea Egidi ha parlato dei 10 anni di amministrazione del Sindaco Alberto Bambini e delle sue molteplici capacità, tra le quali quella di essere riuscito a tenere unita la comunità. Egidi ha inoltre espresso il proprio pieno sostegno a favore della campagna elettorale della lista Prospettiva Futuro.

 

In conclusione, Enrico Rossi ha manifestato con forza la necessità che la politica del Partito Democratico recuperi il suo ruolo, focalizzando l’attenzione sugli squilibri sociali e colmando le molteplici ineguaglianze che caratterizzano sempre di più la nostra epoca.

 

Commenta con il tuo account Facebook