I rosso-verdi del Gruppo Porta Romana (anno di nascita 1975) hanno trionfato ben sei volte alla Festa dei Pugnaloni: 1978 (bozzettista Domenico Creti), 1984 (bozzettista Rita Pepparulli). 1998 (bozzettista Rita Pepparulli), 2005 (fotografia) (bozzettista Rita Pepparulli con il messaggio della poetessa Alda Merini dal poema della croce“La madre…quella che si legò ai piedi del figlio per essere trascinata con lui sulla sua croce e ne venne sciolta perché continuasse a vivere nel suo dolore”. A ogni madre disattesa nelle gioia dell’abbraccio, che vanamente leva le braccia all’umana indifferenza. Alla Madre che il grido svuota nel seno e nel ventre, dilagando un lamento infinito che sommerge ogni suono. A te, Madre, cui la guerra più infame ha negato il sorriso quando vedesti il vivo legno mutarsi in croce. Suona lontano il grido che rinnova la vita: leva alte le mani, infinite, inascoltate e trepide come farfalle che sciolgano in abbraccio il nodo della croce e raccolgono il nuovo germe dell’amore”, 2009 (bozzettista Rita Pepparulli con il messaggio di Roberto Squarcia “Divampa la fiamma sui fianchi del tronco consunto (l’inverno è raggiunto). I rami si torcono e muovono dita di fuoco tra corde invisibili d’arte e gemono in un canto d’amore….E’ chiara la fiamma ha volto di donna….E’ Giulia! Che grida salvezza ! (nel fianco una freccia) S.abbassa,, s’innalza, si gira….La vedo ! E’ Maria ! Maria che d’amore si scioglie ( la fiamma l’avvolge). Nel rogo felice che schiocca un guizzo di luce mi coglie lo sguardo…. sorride (mi sciolgo) E’ fuoco che allatta è fiore che sboccia (lo colgo) e forte risveglia in me la sete di primavera”, 2015 (bozzettista Rita Pepparulli) con il messaggio dal Talmud “State molto attenti a far piangere una donna perché Dio conta le sue lacrime! La donna è uscita dalla costola dell’uomo, non dai piedi perché dovesse essere calpestata, né dalla testa per essere superiore, ma dal fianco per essere uguale, un po’ più in basso del braccio per essere protetta, e dal lato del cuore per essere amata”. Tre i secondi posti : 1986 (bozzettista Rita Pepparulli), 1988 (bozzettista Dorella Colonnelli), 1996 (bozzettista Andrea Zucca). Sei volte al terzo posto : 1980 (bozzettista Gian Paolo Mariocchi), 1982 (bozzettista Gian Paolo Mariocchi), 1990 (bozzettista Rita Pepparulli), 2006 (bozzettista Rita Pepparulli), 2010 (bozzettista Rita Pepparulli), 2013 (bozzettista Rita Pepparulli). Quattro volte al quarto posto: 1977 (bozzettista Domenico Creti), 1979 (bozzettista Carlo Monelli), 1985 (bozzettista Rita Pepparulli), 2011 (bozzettista Rita Pepparulli) Tre i quinti posti: 1987 (bozzettista Rita Pepparulli), 2000 (bozzettista Rita Pepparulli), 2016 (bozzettista Rita Pepparulli). Cinque i sesti posti : 1976 (bozzettista Domenico Creti), 1981 (bozzettista Gian Paolo Mariocchi), 1991 (bozzettista Dorella Colonnelli), 1993 (bozzettista Rita Pepparulli), 1994 (bozzettista Rita Pepparulli), 2007 (bozzettista Rita Pepparulli). Anni fuori dai migliori sei; 1983-1002-1995-1997-1999-2000-2001-2004-2008-2012-2014-2017-2018-2019 con logistica curata magistralmente da capigruppo del calibro di Felice Baldelli, Alessio Allegrini, Elisabetta Brenci, Damiano Delli Campi,