barberini

ACQUAPENDENTE – Giovedì pomeriggio presso il Museo Civico di Zooologia di Roma è stato presentato per la prima volta il libro del giovane aquesiano Francesco Barberini dal titolo “Il mio primo grande libro sugli Pterosauri”.

“Questo evento”, ha sottolineato la curatrice Carla Marangoni, “è stato organizzato in collaborazione con il WWF Italia e promosso da Roma Capitale, Assessorato alla Crescita culturale- Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali con i servizi museali di Zètema progetto cultura. Protagonista Francesco. Nato nel 2007 è già anni un aspirante ornitologo. Esperto di avifauna italiana ed internazionale. Ha al suo diversi video sugli uccelli e sulle aree protette per conto di varie istituzioni, del WWF e della Lipu. Gira l’Italia per presentare la sua personale conferenza dal titolo “Gli uccelli: i dinosauri di oggi” e per condividere la sua passione. A nove anni ha esordito con “Il mio primo grande libro sugli uccelli (Stampa Alternativa 2017).

Il 12 Marzo 2018 il Capo dello Stato Sergio Mattarella lo ha nominato “Alfiere della Repubblica” per il suo impegno scentifico/ambientale. Il suo sito è www.aspiranteornitologo.it” La presentazione è solo uno dei numerosi eventi programmati per il 2018 al Museo di Roma in Via Ulisse Aldrovandi 18 che verranno pubblicizzati sul sito istituzionale www.museodizoologia.it. Inoltre si possono richiedere informazioni al 06. 67109270 – 060608 “Il libro”, ha sottolineato il Direttore del Museo Bruno Cignini, “è la prima pubblicazione divulgativa completa in Italia sui rettili volanti che, assieme ai dinosauri, hanno dominato la terra per milioni di anni. Alla luce delle ultime scoperte è ricostruita l’evoluzione, la vita e la scomparsa di questi magnifici animali del passato attraverso dati scientifici spiegati in maniera semplice ma professionale da Francesco. Il libro è arricchito da 150 schede dei principali generi di Pterosauri con elaborate ricostruzioni scientifiche. Donatella Bianchi, giornalista e conduttrice televisiva e Presidente del WWF che ha curato la prefazione, ha sottolineato come “finalmente gli pterosauri trovano la loro rivalsa, il loro spazio nell’immaginario collettivo. Quegli strani rettili volanti, dalle dimensioni impressionanti, hanno popolato per milioni di anni i cieli di quelli che oggi sono i cinque continenti fino alla fine del Cretacico quando la grande estinzione di massa li cancellò dal pianeta. Francesco li fa rivivere nelle pagine di questo libro, alternando il racconto a bellissime riproduzioni”.

Gianfranco Bologna Direttore Scientifico WWF Italia ha sottolineato come, “Francesco è uno straordinario esempio di passione e attività dedicata alla conoscenza del meraviglioso mondo della natura ed alla ricchezza di biodiversità che da questo scaturisce. Anche con una grande attenzione alla conoscenza delle forme di vita del passato, come questo sorprendente libro sugli pterosauri dimostra”. “Il libro si propone”, sottolinea il Palenologo Simone Maganuco, “di colmare il grande vuoto che c’è nella letteratura divulgativa italiana, per ragazzi ma non solo, attraverso una guida riccamente illustrata che sia al passo con le ultime scoperte e capace di ridare agli pterosauri la dignità di animali a tutti gli effetti, presentandoceli non più come mostri bensì come essere viventi, con tutta la loro varietà di forme, dimensioni e adattamenti a stili di vita differenti”. Alla serata hanno preso parte la curatrice delle elaborazioni grafiche del libro Germana Della Rocca.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email