ACQUAPENDENTE – La lista Progetto comune ha presentato la seguente istanza per l’installazione di eco-compattatori per la raccolta differenziata dei rifiuti di imballaggi in plastica ed alluminio.

Indirizzata al Sindaco del Comune di Acquapendente agli Assessori ed ai consiglieri dello stesso Ente ed all’Ufficio Tecnico, sottolinea l’importanza “di voler prendere in considerazione una proposta concernente la richiesta di installazione, sul territorio comunale, in sito da individuarsi tramite l’ausilio dell’Ufficio Tecnico, di 2 macchinari eco-compattatori per la raccolta differenziata dei rifiuti di imballaggi in plastica ed alluminio. La richiesta nasce dalla necessità di incentivare la quota di raccolta differenziata sul territorio comunale, premiando i cittadini più virtuosi con sconti sulla TARI o altre agevolazioni, come ad esempio l’accumulo di crediti da poter utilizzare per il prelievo dell’acqua dai distributori. Si viene in tal modo a creare un sistema di gestione e riciclaggio dei rifiuti in grado di generare profitti, tutelando al tempo stesso l’ambiente. La normativa vigente, oltre ad indicare gli obiettivi per il raggiungimento dei coefficienti di raccolta differenziata, dispone l’incentivazione di campagne informative finalizzate a promuovere la raccolta differenziata e il riciclaggio dei rifiuti su tutto il territorio. Il tema della riduzione dei rifiuti prodotti rappresenta uno degli aspetti fondamentali della gestione complessiva del ciclo dei rifiuti ed un obiettivo che va costantemente perseguito, e che può essere raggiunto soltanto con l’introduzione di servizi innovativi di raccolta differenziata dei rifiuti urbani mediante sistemi di incentivazione.

I benefici determinati dalla pratica della raccolta differenziata meritano una adeguata promozione da parte del Comune volta a sensibilizzare la cittadinanza ad un corretto approccio verso i rifiuti e verso una gestione sostenibile delle risorse.

Sul mercato sono presenti aziende specializzate che hanno creato un circuito del riciclo in grado di offrire tecnologie all’avanguardia ed efficaci strumenti di eco-marketing utili per attirare e fidelizzare i cittadini attraverso iniziative virtuose focalizzate sul riciclo della plastica e dell’alluminio.

Ciò avviene attraverso dei macchinari, gli eco-compattatori appunto, in grado di raccogliere, differenziare e ridurre di volume le bottiglie di plastica e le lattine di alluminio che i cittadini inseriranno al loro interno.

Grazie ad apposite Card ed alla possibilità di misurare la quota di plastica e di alluminio destinata al riciclaggio da parte di ogni famiglia, e in applicazione del principio “più ricicli, più risparmi”, si può innescare quel circolo virtuoso in grado di diminuire i costi per lo smaltimento dei rifiuti, liberando così risorse economiche da destinare al miglioramento della qualità dei servizi offerti.

Le suddette aziende generalmente, oltre all’installazione dell’eco-compattatore, provvedono all’assistenza.

Il recupero del materiale e la vendita ai centri di raccolta potranno essere svolti direttamente dal Comune.

I consumi degli eco-compattatori sono generalmente molto bassi, essendo dotati di un sistema di standby intelligente, una fotocellula attiva il macchinario soltanto quando viene inserita una bottiglia o una lattina.

Il progetto non prevede costi di installazione per le casse comunali, in quanto, attraverso un bando, si potrà individuare l’azienda che fornirà l’eco-compattatore in comodato d’uso.

Si chiede pertanto alle SS.VV.
di voler attuare un progetto volto ad installare almeno 2 eco-compattatori in punti strategici del territorio comunale, che saranno individuati mediante l’ausilio dell’Ufficio Tecnico,
di voler predisporre, qualora non rientrante nell’installazione, un sistema di convenzione per l’affidamento del servizio di assistenza e manutenzione dell’eco-compattatore, di raccolta, trasporto e recupero dal macchinario in questione, di voler definire l’entità e la destinazione d’uso dei bonus ottenuti dalle famiglie con la Card, quali ad esempio lo sconto sulla TARI, sulla base dell’importo accumulato, o un credito per il prelievo dell’acqua potabile o del Latte Fresco dai distributori.
Certi della vostra sensibilità verso un tema di così notevole impatto, e in attesa di un Vostro riscontro entro i termini previsti dallo Statuto comunale di Acquapendente, porgiamo distinti saluti”.

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email