Siamo orgogliosi che il nostro territorio può vantare durante l’anno due manifestazioni di alto livello”. Gongolano i responsabili dell’Ufficio Sport e Turismo del Comune di Acquapendente al termine della prima Edizione assoluta della Monte Rufeno Marathon che ha visto il borgo di Trevinano essere preso d’assalto da numerosi camminatori provenienti da diverse provincie del centro Italia: “Come Assessorato abbiamo voluto allineare alla Scarpinata di Monte Rufeno di Settembre”, sottolineano i responsabile a termine evento, “una idea camminata sviluppata assieme all’Associazione Pro Loco di Trevinano. Il tutto è stato preceduto da una kermesse dedicata alla pratica del NordicWalking e dal bellissimo intrattenimento musicale serale con i corpi bandistici musicali di Acquapendente, Torre Alfina, Allerona, San Casciano dei Bagni. La camminata si è svolta su due percorsi escursionistici di notevole bellezza naturalistica e di paesaggi boschivi mozzafiato di Km 16 e una vera e propria maratona di Km 42, adatta a coloro che di cammini se ne intendono ed hanno una preparazione fisica indifferente. Questa prima esperienza, ci ha fatto capire che questo evento ha delle notevoli potenzialità e margini di miglioramento da tutti i punti di vista, soprattutto in quello delle presenze. L’organizzazione è stata impeccabile, l’impegno assai efficace della nuova Pro Loco di Trevinano e la regia meticolosa dei Guardiaparco della Riserva Naturale Monte Rufeno e dell’Ufficio Sport e Turismo del Comune è stato il punto di forza dell’evento. Da mettere in evidenza la fattiva collaborazione del Comune di Allerona che si è reso disponibile ad aiutare l’organizzazione mettendo a disposizione e facendo da tramite con Associazioni, Cooperative e Forze dell’Ordine nei 19 Km di territorio attraversato dai camminatori. Per permettere una adeguata assistenza ai camminatori è stato predisposto un piano di sicurezza eccellente al quale hanno preso parte, sotto la regia dei Guardiaparco della Riserva Naturale Monte Rufeno, i Carabinieri e la Polizia locale di Acquapendente, i Carabinieri, la Forestale Carabinieri e la Protezione Civile di Allerona e dalla Misericordia di Celle sul Rigo. La predisposizione dei sette ristori realizzati lungo il tracciato è stata effettuata con la collaborazione dell’Avis di Acquapendente, dall l’Hosteria di Villalba, dalla Pro Loco di Allerona, dalla Polizia venatoria di Acquapendente, dal responsabile scout del casale Marzapalo, dalla Cooperativa Alice Nuova e dalla Pro Loco di Trevinano.