Il Parroco di San Lorenzo Nuovo Don Pompeo Rossi ospite graditissimo della Parrocchia Santo Sepolcro di Acquapendente. Spetta a lui tanto battezzare Federica, figlia del nipote Cristiano, che celebrare gli avisini deceduti: Mauro Sugaroni (fondatore della Sezione), Maria Rosaria Mazzera (vicepresidente), Ilio Prudenzi (vicepresidente), Giacomo Ramini (l’aquesiano che ha effettuato più donazioni in assoluto), Evelyn Moreiro e Roberta Bataloni (donatrici decedute in età giovanissima causa patologie incurabili).

“Battesimo e donazione del sangue”, sottolinea durante la splendida omelia, “sono uniti dal minimo comun denominare di dono gratuito di Dio. Che dà tanto lo Spirito Santo con l’acqua che il sangue proveniente dal costato di suo Figlio trafitto da una lancia. Contemporaneamente apre il Suo Cuore ad un amore disinteressato. Senza aspettare niente in cambio. Un amore donatoci totalmente, che noi siamo chiamati ad accettare nella stessa maniera in cui ci viene dato”.

È soprattutto la giornata perfetta del Presidente Avis Emilio Bandiera e del suo staff. A cui i responsabili provinciali e regionali fanno i complimenti per il lavoro che sta svolgendo nel promuovere a tutti i livelli il concetto d donazione.

La perfezione sta soprattutto nella precisione in cui si scandiscono gli eventi. Commovente la deposizione della corona al Monumento dei Caduti. Ma, soprattutto, la decisione di abbellire la stele del donatore con un mazzo di fiori che viene ad affiancare la splendida mano contenente una goccia di sangue costruita dall’artista locale Luca Lombardelli, che ingentilisce un piccolo giardinetto.

Commenta con il tuo account Facebook