ACQUAPENDENTE – La lavorazione-realizzazione del mosaico floreale denominato Pugnalone (intarsio di fiori e foglie all’interno di un disegno riportato su tavola), vedrà protagonista in questo mese di Maggio il Gruppo Sant’ Anna (G.S.A) dai colori sociali bianco-nero e nato nel 1994 dalle ceneri di un glorioso Gruppo degli anni ’80 (gli Yuppies), a cu si sono uniti anche elementi provenienti dal Gruppo Acquaviva.

In ventitré anni di storia, sono arrivati due secondi posti grazie ai bozzettisti Roberto e Riccardo Pulvano. Nel 2007 con “Hanno l’età in cui i bambini occidentali abbandonano i cartoni animati per passare ai videogiochi delle guerre stellari. L’infanzia invece viene rubata ogni giorno ai bambini asiatici, africani, latino-americani. A sette, dieci, dodici anni la loro guerra non è un gioco, non è virtuale, ma è quella vera, terribile, lastricata di odio, morte, sangue, atrocità: questa è la loro vita. Bambini senza ricordi, con gli sguardi vuoti o allucinati dalle droghe. Bambini che sognano la libertà, con la speranza di averla almeno per un giorno come una delle tante farfalle che volano intorno a noi. E’ questo il mondo che vogliamo prospettare ?” e l’anno dopo con “Piantato in una terra arida, consapevole di essere dimenticato e non altro che la speranza dell’aiuto di Dio…. Basterebbe capire!!! Capire perché ancora oggi ci sono milioni di famiglie e bambini invisibili, dimenticati dal tempo, genitori che sognano di vivere e crescere i propri figli con dignità, anche se la realtà gli impone una sola regola: lottare per sopravvivere ….Beh ! Senza filmare sempre immagini di crudeltà, di disagio o piene di dolore, proviamo a leggere i loro sogni, proviamo a capire i loro pensieri e sicuramente ci renderemo conto che è l’ora di consegnare a tutte queste famiglie la loro libertà, i loro diritti, la possibilità di poter creare un futuro ai propri figli, un futuro, quello di tutti, perché è all’interno di ogni singola famiglia che si costituisce il FUTURO DEL MONDO….!”.

Due i quinti posti. Quello del 1995 targato bozzetto Luca Lombardelli e quello del 2004 con l’artista Thomas Lange che rappresenta “Messo a testa in giù, mi immagino che l’orizzonte sia capovolto, il mare diventi cielo e le nuvole diventino mare. Ho la sensazione che il mondo non sia quello che sembra, ma pulluli di misteri. Questi misteri si nascondono nell’immagine della Madonna del Fiore”, Sesto posto nel 2013 con Roberto e Riccardo Pulvano che rappresentano il “Sentirsi vessato, soffocato, incatenato, rassegnato in una spirale dove violenza e povertà sono un orizzonte permanente, dove il mio sguardo impaurito e disperato, ma colmo di speranza, continua a fissare quella luce lontana : è la Fede !. E’la Fede che mi dà la forza di lottare per la libertà, quella libertà che mi è stata strappata dalla superbia tirannia, ma che la purezza di fiori mi restituirà assieme alla vita”. In questi diciassette anni del nuovo secolo, è cresciuto all’interno del gruppo un manipolo di bozzettisti dilettanti che hanno giovato immensamente alla creazione di capolavori floreali. Citazione particolare per i lavori di Alessandra Paggetti. Spetta a capigruppo del calibro di Daniele Antonaroli e Mariano Delli Campi rifinire magistralmente la logistica.

Commenta con il tuo account Facebook