ACQUAPENDENTE – “Negli ultimi giorni si sono manifestate, in maniera evidente, due modalità diverse di attuare l’azione politica all’interno del gruppo politico Lista civica Acquapendente Progetto Comune.

La modalità inizialmente condivisa da tutti i componenti del gruppo, che ha caratterizzato la nostra la campagna elettorale e contenuta nel discorso di insediamento del gruppo nel Consiglio comunale, consisteva nell’operare nel massimo rispetto dell’avversario politico, delle istituzioni, e nel mettere a disposizione del territorio le proprie competenze ed azioni per cercare di risolvere i problemi della cittadinanza.

Questa modalità operativa comportava anche che, come più volte scritto, le critiche dovessero essere costruttive. La critica costruttiva comporta che, davanti ad un problema, si debbano evidenziarne le criticità, si debbano studiare delle soluzioni e si debba redigere un progetto da presentare all’amministrazione, cercando con la stessa una collaborazione improntata alla trasparenza e alla correttezza. Ove, poi, l’amministrazione decida di operare in maniera diversa, nel pieno rispetto delle diverse posizioni, relazionare in modo completo ed esaustivo gli elettori circa le soluzioni proposte e non accettate e, con essi, organizzare, se del caso, una mobilitazione con il pieno appoggio dei cittadini.

In questi mesi è con questa modalità che ho operato come capogruppo al Comune, studiando numerosi problemi ed emergenze che hanno coinvolto il nostro territorio, avendo un continuo colloquio con l’amministrazione, redigendo studi, pareri e proponendo idee e progetti per la soluzione delle varie problematiche. Idee e progetti che, non solo hanno trovato ascolto da parte dell’amministrazione, ma sono stati anche accolti.

Questa modalità, inizialmente condivisa da tutto il gruppo, è stata nei giorni scorsi posta in discussione.

Il 18 novembre è stata nominata capogruppo della Lista Civica Acquapendente Progetto Comune Barbara Belcari che, sin da subito, ha voluto portare avanti una diversa modalità di azione politica, anche attraverso diversi comunicati. Quindi, il gruppo, mi ha chiesto di dare le dimissioni da consigliere comunale e, in ultimo, di lasciare la Lista.

Le suddette richieste sono state da me, ovviamente, rifiutate non solo perché assolutamente illegittime – io ho ricevuto il mandato dagli elettori, non dal gruppo – ma, soprattutto, perché con gli elettori ho preso un preciso impegno, impegno che ho rispettato, e che voglio continuare a rispettare, sia per quanto concerne il programma, sia per quanto concerne la modalità di attuazione dello stesso.

A dimostrazione della “diversità” che mi anima, e che oramai anima i componenti del gruppo, faccio notare come nel secondo comunicato pubblicato dalla Lista civica Acquapendente Progetto Comune, inerente il trasporto scolastico e biglietti della mensa, il commento inconcludente è stato: “si poteva fare di più”. Bene, che cosa? Il problema merita una vertenza? Che allora la si faccia, non si critichi per criticare, perché questo non serve a nulla, ma lascia solo i cittadini disarmati davanti al problema! Chi ricopre una carica istituzionale deve agire con responsabilità, ponendo in essere azioni che siano di buonsenso ed utilità per i cittadini, non l’espressione di clan.

Questo comportamento è diverso dalle modalità concordate all’inizio del percorso comune. Da parte mia continuerò ad assicurare il massimo impegno in difesa degli interessi dei cittadini, e secondo il programma che abbiamo, allora di comune accordo, presentato agli elettori e da questi largamente condiviso.

Essendo, però, sorta all’interno del gruppo questa diversa modalità, onde evitare fraintendimenti e confusione, oltre ad avere aperto una nuova pagina FB, in cui continuerò, evitando polemiche e chiacchiere improduttive, a relazionare con specifici periodici report gli elettori del lavoro svolto, i miei comunicati recheranno la corretta dicitura “Lista civica Acquapendente Progetto Comune Solange Manfredi”.

Nella speranza che lo stesso gruppo verifichi la inconsistenza del loro “nuovo” agire, e si possa tornare, avendo a guida il programma, a ragionare insieme nell’interesse dei cittadini e di Acquapendente. Con cordialità”.

Solange Manfredi

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email