Oltre 20 spettacoli dal 23 ottobre fino al prossimo marzo. Direzione artistica di Sandro Nardi

Una nuova intensa ed entusiasmante stagione è pronta a partire al Teatro Boni di Acquapendente, con direzione artistica di Sandro Nardi. A partire dal 23 ottobre 2022 e fino a fine marzo 2023, il palcoscenico del gioiello ottocentesco nella cittadina dell’Alta Tuscia vedrà susseguirsi oltre 20 spettacoli con attori e compagnie di primo piano del panorama teatrale italiano e progetti di assoluto interesse.

Il titolo della stagione 2022-23 del Boni, che ha il sostegno di Comune di Acquapendente e Regione Lazio, è “Angeli, demoni, diavoli, santi e carogne” e il teatro aquesiano è pronto a confermarsi come punto di riferimento culturale per tutto il territorio e oltre. “Teatro, danza, musica, storie, racconti, immagini, poesia per conoscere l’umanità complessa, tormentata, straziata, avvincente e affascinante – commenta Nardi – Questo è il Teatro Boni, al suo diciassettesimo anno di attività, la piccola perla di Acquapendente. È una terra di mezzo: qui si sconfigge l’ipocrisia e si dà voce al libero pensiero. Qui tutti sono protagonisti e nessuno è escluso. Facce e sguardi, tutti diversi e tutti unici perché liberi di essere come sono: angeli, demoni, diavoli, santi, carogne. Ognuno con la sua grazia, la purezza, il coraggio e la paura. Condannati o assolti? Non sta a noi giudicare, qui c’è spazio e tempo per accettare, cambiare e stravolgere i punti di vista. E forse cambiare il mondo“.

Sarà Eva Robin’s e l’importante compagnia bolognese Teatro di Vita a inaugurare la stagione domenica 23 ottobre alle ore 17.30 con “evǝ” di Jo Clifford. A seguire, il 29 e 30 ottobre, rispettivamente alle 21.00 e alle 17.30, ecco “La prima indagine di Montalbano” di Andrea Camilleri con Massimo Venturelli, mentre il 6 novembre un testo di Woody Allen, “Central Park West“, con Antonello Avallone. Interessante la data del 20 novembre con “Destinazione non umana“, scritto e diretto da Valentina Esposito e Fort Apaches, con attori ed ex denuti formatisi all’interno dei penitenziari e diventati professionisti di cinema e teatro. A seguire, si esibiranno ad Acquapendente, tra gli altri, Ariele Vincenti, la compagnia di danza Atacama, Glauco Mauri e Roberto Sturno, Tiziana Foschi e Antonio Pisu, Chiara Di Stefano, Valentina Olla, Marco Cavallaro, Emilio Celata, Maddalena Crippa. Quest’ultima concluderà la stagione il 26 marzo 2023 con la prima nazionale di “Ascolta come mi batte forte il tuo cuore. Poesie, lettere e cianfrusaglie di Wislawa Szymborska“.

Il Teatro Boni è ad Acquapendente (VT) in Piazza della Costituente 9. I biglietti sono anche acquistabili online su Vivaticket. Per informazioni: www.teatroboni.it – 0763.733174 – 334.1615504.

Articolo precedenteTurismo, Corrado: “Con “Ambassador” promuoviamo il Lazio come destinazione turistica del benessere
Articolo successivoScuola. Di Berardino: “Bando da 3 mln per iniziative sportive e culturali”