Torna la “Walking Francigena Ultramarathon 2020” che riporta protagonista, il 10 e 11 ottobre, il percorso di Sigerico, l’antica Via attraversata dai pellegrini. Novità di quest’anno, la partenza da Piazza Il Campo.

Una camminata non competitiva a passo di trekking e nordic walking organizzata dall’assessorato al Turismo del Comune di Siena e dall’assessorato allo Sport e Turismo di Acquapendente insieme al Gruppo Trekking Senese, con il patrocinio dell’Associazione Europea delle Vie Francigene, della Regione Toscana, e la collaborazione dei Comuni di Monteroni d’Arbia, Buonconvento, Montalcino, San Quirico d’Orcia, Castiglione d’Orcia, Radicofani, San Casciano dei Bagni, Abbadia San Salvatore e Proceno. A passo lento tra la Toscana e il Lazio per scoprire il patrimonio storico-culturale e ambientale lungo questo importante cammino.

<>, e ha evidenziato come i cammini rappresentino una valida proposta per il rilancio del turismo nel periodo post covid>>. L’assessore ha poi sottolineato come <>.

Il sindaco di Acquapendente Angelo Ghinassi ha rimarcato che <<l’edizione 2020 si svolgerà nel massimo rispetto di tutte le misure anti covid. Dimostrazione del fatto che possiamo convivere con questo virus a patto che si seguano le misure e i protocolli di sicurezza>>, aggiungendo che <>.

Il referente per la Via Francigena del Comune di Monteriggioni e membro del direttivo dell’Associazione Europea delle Vie Francigene Eraldo Ammannati ha spiegato che <>.

Ha poi evidenziato Mauro Bellavita vicesindaco di Acquapendente <>.

Una novità che, come ha dichiarato il Sindaco di Abbadia San Salvatore Fabrizio Tondi <<è importantissima perché il ruolo dell’Abbazia è fondamentale nel racconto di questa Via. Il passaggio in notturna sarà suggestivo con piccoli allestimenti e fiaccole accese. Grazie a questa manifestazione la nostra provincia e l’Amiata verrà riscoperta>> concludendo la sua piena disponibilità a collaborare anche per iniziative future.

Ma il coinvolgimento di Abbadia non è la sola novità 2020. Daniele Bibbiani del Gruppo Trekking Senese ha infatti sottolineato <>.

Il ritiro dei pettorali può avvenire esclusivamente nei punti di partenza delle diverse tratte presentando la mail di iscrizione e il modello di autocertificazione con la sola eccezione di coloro che effettuano due tratte (Siena Buonconvento + Buonconvento San Quirico oppure Siena Buonconvento+ Radicofani Acquapendente), che potranno ritirare entrambi i pettorali direttamente a Siena.

Per ridurre, poi, l’affollamento e rispettare il distanziamento si consiglia ai membri di gruppi associati e alle famiglie di incaricare una sola persona al ritiro che può essere effettuato in piazza del Campo 1 ad un gazebo collocato davanti a Palazzo Comunale: giovedì 8 e venerdì 9 ottobre dalla 9 alle 13 e dalle 13 alle 17, oppure sabato 10 dalle 7 alle 10.

La manifestazione, anche quest’anno, si divide in cinque percorsi di varia lunghezza. Il più impegnativo, di 120 km, è Siena-Acquapendente e prenderà il via sabato 10 ottobre, alle ore 10 in Piazza del Campo. Siena-Buonconvento: 35 km. Buonconvento-San Quirico d’Orcia: è il più corto, 20 km, con partenza il 10 ottobre alle 15 in piazza Giuseppe Garibaldi a Buonconvento prima di aver ritirato il pettorale allo stand Pro Loco dalle 14 alle 15.

San Quirico d’Orcia-Acquapendente: 65 km. Al via sabato 10 ottobre in notturna (ore 21) da San Quirico d’Orcia (Piazza Chigi). Stesso luogo per ritiro pettorali, ma in orario 18.30-21.

Radicofani-Acquapendente: 32 km. L’appuntamento è domenica 11 alle ore 9 in Piazza San Pietro a Radicofani.