etruria

ACQUAPENDENTE La Virtus Acquapendente salvo variazioni “last minute” Figc Lazio per quanto concerne la griglia play-out o eventuali ripescaggi estivi prenderà parte nella stagione 2018-2019 al Campionato di Seconda Categoria.

La retrocessione ufficiale dalla Prima Categoria avviene ufficialmente al termine della gara con la ASD Canepinese svoltasi al “Rosario Palozzi. Sconfitta per 4-1 con rete della bandiera di Amadou. A parlare purtroppo chiaro sono le statistiche e le percentuali. Il penultimo posto in classifica con distacco di tredici punti dal quint’ultimo posto non garantirebbe di accedere alla griglia play-out. Salvo come detto variazioni last-minute regolamento Figc.

18 i punti conquistati in 29 gare. 5 le vittorie (percentuale sul totale del 17.2%), 3 i pareggi (percentuale del 10.3% sul totale) e ben 21 sconfitte (percentuale del 72.5% sul totale). 31 le reti realizzate e 74 subite per un saldo negativo di – 43. Già da questa settimana che porterà alla sfida finale di stagione con il GSD Pianoscarano 1949 (probabilmente anticipo a Sabato 19 per evitare concomitanza con i Pugnaloni) la Società del Presidente Bruno Bacchi discuterà sugli elementi caratterizzanti questa stagione disgraziata.

Campagna acquisti estiva non oculata, esonero di due allenatori. Ma soprattutto una serie negativa di sconfitte a cui, almeno in parte, hanno contribuito scelte arbitrali scellerate. Che devono far riflettere i massimi dirigenti regionali Figc sul perché si formano in campo situazioni di disequilibrio di giudizio.

Tanto palesemente favorevoli ad una controparte quanto palesemente dannose per l’altra.
Commenta con il tuo account Facebook