“Siamo di fronte a sfide cruciali che vedono il settore irriguo fra i comparti sui quali bisognerà investire in maniera significativa. L’obiettivo deve essere quello di abbandonare la logica emergenziale, che ha accompagnato fino ad ora gli interventi nel settore, in favore di una visione di programma e di futuro, che intercetti e favorisca i cambiamenti in atto”. Lo ha dichiarato il sottosegretario al Mipaaf, Francesco Battistoni durante il convegno “Sfide ed impegni del sistema dei consorzi di bonifica ed irrigazione per la difesa del suolo e la gestione dell’acqua”, promosso dall’ANBI in occasione dei 100 anni della nascita dei consorzi di bonifica.

“Il nostro compito – prosegue il senatore – è aumentare la risorsa irrigua disponibile, ponendo rimedio alla troppa frammentazione amministrativa che impedisce la reale fattibilità di progetti di ampio respiro”.

“Le possibilità che abbiamo adesso – conclude Battistoni -, come la nuova Pac e i fondi del Pnnr, sono le leve strutturali e programmatiche che vedranno il comparto irriguo, e quello agroalimentare, in diretta comunicazione fra loro per produrre meglio e con maggiore efficienza. La risorsa irrigua va tutelata e preservata per le future generazioni”.

 

Articolo precedenteAsl Viterbo: 143 nuovi casi COVID, tutti stanno trascorrendo la convalescenza nel proprio domicilio
Articolo successivoÈ stata “una grande festa dell’albero” la giornata organizzata da Accademia Kronos a Viterbo e Sipicciano