“Si parla tanto di un Ministero del Mare. Io in prospettiva penserei a un Ministero dell’Acqua. Perché non possiamo dissociare tematiche che riguardano il nostro territorio e che sono importanti sia per la potabilità sia per il settore irriguo”. 

Così Francesco Battistoni, sottosegretario di Stato al Ministero Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, durante l’Assemblea Nazionale ANBI 2022.

“Ora c’è bisogno di un cambio di approccio: dobbiamo passare dall’emergenza, alla programmazione. Abbiamo avuto una prima fase di stanziamenti che dovevano servire alla ripresa economica post-pandemia e abbiamo avuto una piccola quota di risorse dovuta al conflitto russo-ucraino – aggiunge -, ma non possiamo prescindere dall’emergenza che deriva dall’emergenza idrica, che porta con sé tutta una serie di problematiche. Servirà un altro Recovery Plan per andare incontro alle esigenze dei territori e dell’irrigazione”.

“Il governo ha dato una prima risposta all’emergenza siccità, stanziando circa 36 milioni e riconoscendo lo stato di emergenza per cinque Regioni”, ha concluso il Sottosegretario al Mipaaf.

Articolo precedenteWiPlanet: Domenica scorsa l’allegria dei ragazzi ha colorato lo stadio del baseball
Articolo successivoGli alunni della Scuola Silvio Canevari alla Piscina Comunale per il progetto PON