VITERBO – Presto o tardi, ogni proprietario di un cane, che possieda allo stesso tempo anche un giardino, dovrà intraprendere una battaglia per proteggere le sue piantine pregiate dai suoi artigli inesorabili.

La morbidezza del suolo appena rivoltato è un invito a scavare e un bersaglio molto facile per i cani curiosi che esplorano i profumi così sottili che solo il loro naso sensibile può riconoscere. Per questo motivo vi consiglio, anche se non risulta un metodo del tutto efficace, di rinchiudere il cane durante lo smottamento del terreno o durante l’impianto di fiori e piante, in modo che lui non sia forzatamente attratto al termine del vostro lavoro, credendo che abbiate seppellito chissà quale leccornia. La tenerezza e la dolcezza del frutto maturo è un altro grosso invito per i cani, che, proprio come un comune fast food, viene fornito con un parco giochi compreso.

I proprietari di animali e di giardini, capiranno perfettamente quanto da me scritto e l’obiettivo diventa appunto quello di trovare una soluzione che protegga le fragole dolci e succose e le loro fragili e rare piante.

Come animalista “esagerato” e amante di tutte le creature viventi, la mia prima priorità è il benessere del cane;, quindi, la sua sicurezza diventa per me primaria nel fare qualsiasi raccomandazione per proteggere i giardini dal nostro migliore amico. I miei metodi preferiti e quelli che ho imparato attraverso l’esperienza, sono altamente efficaci e spesso sono anche i più convenienti. 5 semplici regole:

1. I cani non amano le cose piccanti – Mantenere i cani fuori del giardino cospargendolo di spezie
a loro repellenti come ad esempio un mix di mescolanza in uguali quantità di senape in polvere con pepe secco schiacciato. Poiché la pioggia ridurrà la potenza, dopo un temporale si dovrà fare un’altra applicazione. Una soluzione del tutto innocua ma terribilmente fastidiosa per il loro naso.

2. I cani non amano le cose amare – Mantenere i cani fuori dal giardino con caffè e arance:
Questa soluzione consiste nel dissolvere arancione amaro sulle macinature di caffè usate. L’arancio amaro è un olio pesante e resiste alla pioggia molto meglio di pepe e senape. Come un ulteriore vantaggio, le macine di caffè sono un fertilizzante impressionante per il vostro giardino.

3.Ai cani non piacciono le barriere irte e pericolose, a meno che non si tratti di femmine in calore, difficilmente scavalcheranno steccato o reticolati per due misere fragole. Per quanto riguarda gli scavatori ostinati come i terrier e i beagles, vi consiglio di posizionare alcuni cespugli di rosa in in bastoni da 1 metro e circondare con i ramoscelli spinosi i recinti.

4. Questa soluzione è notturna un po complicata, ma decisamente funzionale. Se il vostro cane è un instancabile scavatore e distruttore nelle ore notturne, vi giro la soluzione che mi ha fornito tanto tempo fa un mio amico, ormai divenuta di uso comune e efficacissima. Posizionate vari dispositivi costituiti da due piccole luci rosse a led, che si illuminano solo di notte con un sensore di avvicinamento imitando gli occhi affamati e feroci di un predatore. Vedrete, dopo qualche abbaio …la vostra ingegnosità verrà premiata al meglio!

5. Ai cani non ti piacciono i docce – organizzate, sempre attraverso sei sensori di avvicinamento un piccolo spruzzo dolce, quando il vostro cane si avvicina al giardino o all’orto, questo è forse il mio metodo preferito per non dissuadere Fido dal molestare le preziose verdure, vedrete tutti i risultati saranno vincenti!
Probabilmente potrete trovare centinaia di modi per impegnarvi in questa battaglia senza fine. A volte vinciamo, talvolta perdiamo, con questi metodi sopra descritti non si lede il cane ed il risultato è quasi garantito, ma quando siete pronti per una nuova stagione di crescita, mi raccomando, cercate sempre la soluzione meno invasiva e naturale.

Leonardo De Angeli

Commenta con il tuo account Facebook