VITERBO – Il periodo più critico per gli abbandoni sembra ormai alle spalle, come ogni anno i delinquenti magicamente si quietano e ricominciano a fiorire le richieste di un piccolo amico per la vita.

Anche in questo caso, mi trovo costretto a dispensare preziosi consigli sul cane che andremo a scegliere: la prima regola, quella fondamentale, insuperabile, imprescindibile e perchè no, anche doverosa è senza dubbio quella logistica, una attenta valutazione dello spazio da destinare a Fido eviterà noie, disagi e soprattutto abbandoni.

Valutiamo attentamente l’area che lui dovrà occupare, stanze, appartamenti e giardini, millimetriamo il suo spazio vitale e regoliamoci subito di conseguenza. Ricordiamoci anche che a parità di peso e dimensioni, i comportamenti e le necessità posso sensibilmente variare da razza a razza. Seconda cosa, dopo aver esserci orientati nello spazio, iniziare un attento giro per tutti i canili e rifugi della nostra zona, perchè ve lo ricorderò sino allo stremo delle forze, IL CANE VA INDISCUTIBILMENTE PRESO IN CANILE, per centinaia di motivi, primi fra tutti il dovere civico, il compimento di un atto nobile, la gratuità dell’adozione e soprattutto la guerra agli spietati “assassini” dell’est che giornalmente importano cuccioli malati, stroncati da sete e fame e soprattutto di certa consanguineità reiterata, che fa di loro fantasmi che camminano.

Il giro in canile farà di certo scoccare quella “scintilla” che si innesca tra i vostri occhi e quelli del piccolo prigioniero, quel pathos soprannaturale che fa si che due anime si scelgano e si piacciano in meno di un secondo, e che, in soli pochi minuti e ripeto, senza alcuna spesa, il cucciolo inizi il viaggio accanto a voi per rallegrarvi la vita.

In caso di presenza di bambini in famiglia o nascituri imminenti, ricordate sempre che talvolta potrebbero innescarsi, rari ma possibili, casi di gelosia, è bene quindi far familiarizzare sempre il piccolo con il nuovo amico affinchè diventi un fratello compagno di giochi e non un competitor.

In quanto alla razza, quella non ha nessun valore, io, dal mio canto sono un cultore della famosa e pluriapprovata “pura razza Meticcia” o, usando uno pseudo dispregiativo pura razza bastarda, sono i cani migliori al mondo, e , a meno che voi non siate commercianti di tartufi o abbiate una soccorso alpino, qualsiasi “bastardino” sarà perfetto per le vostre esigenze.

Quindi in bocca al lupo e buona vita …a quattro zampe.

Leonardo De Angeli

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email