VITERBO – Quello che vorrei tentare di risolvere questa settimana, non è certo il problema più grande per chi possiede un cane/cucciolo in casa, ma, stante il periodo confacente, solo una complicazione che potrebbe certamente trasformarsi in men che non si dica, in un grosso problema.

L’ALBERO DI NATALE!

Nel caso la vostra casa sia corredata di un bellissimo, brillantissimo e luminosissimo albero di Natale e voi possediate un cane, mi sento in dovere di avvertirvi che il connubio cane-albero non durerà di certo sino al giorno di Natale.

Se siete proprio temerari e non ve la sentite di rinunciare al vostro amato albero, almeno, vi consiglio in prima battuta, di ancorare il fondo e la punta saldamente al muro.

Scegliete una posizione meno accessibile e visibile possibile, non adornate l’albero in presenza del vostro cane ma fatelo perlomeno entrare a cosa fatta, non usate mai bastoncini di caramella come addobbi, popcorn, mirtilli e così via, ma scegliete sempre bastoncini di zucchero di plastica, fiori finti stelle di Natale in plastica. non lasciate scatole con cibo sotto l’albero e soprattutto, sorvegliatelo per tutto il tempo.

Questo l’ABC dell’albero longevo, poi potremmo passare alle raffinatezze in sicurezza:

Posizionate l’albero in una zona a basso traffico per mantenere le decorazioni saldamente in protezione da cuccioli scatenati. Scegliete, se possibile, un angolo o almeno una posizione con una parete sul lato o dietro l’albero.

Spingete i fili luminosi il più possibile dentro i rami e nascondete le spine dietro l’albero o posizionate comunque una barriera. Posizionate sempre le luci in modo che la striscia elettrica si trovi a non meno di 1 metro da terra o su di un tavolo lontano dal pavimento.

Non utilizzare mai e poi mai ornamenti in vetro o materiali taglienti, ma solide palle di plastica o corda.

Ricordatevi sempre di non usare mai fili colorati o comunque addobbi filiformi, potrebbero facilmente trasformarsi in un bruttissimo incubo digestivo per i cani, in quanto possono realmente causare gravi problemi bloccando certamente l’intestino.

Se il vostro cane maschio non resiste… e non resisterà di certo, dal marcare l’albero con la sua urina, utilizzate un cancello inibitore che solitamente si usa per i bambini, ma in ogni caso, non dategli mai alcuna possibilità di esplorare da solo, alzate la voce ogni qual volta si avvicina con il naso all’albero e se lo “beccate” intento a farlo, chiamatelo a voi. ricompensatelo con un ottimo cibo farcito come premio.

Questo gli insegnerà che l’albero, in vostra assenza è noioso, ma accanto a voi è divertente!

Se proprio Fido non vuol saperne di lasciarvi l’albero integro, non vi rimane altro da fare che la soluzione estrema. Comperate un tappeto di lana e infilatelo per la sua totalità con stuzzicadenti spezzati a metà e ricurvi nel fondo del tappeto. I suoi morbidi cuscinetti al primo assaggio gli invieranno un segnale certamente doloroso e negativo, o ancor peggio un dispositivo in vendita in molti negozi di animali dotato di un rilevatore di movimento che, quando attivato, emette un forte segnale acustico e rilascia un piccolo spruzzo di gas inodore ma repellente per i cani da una apposita bomboletta spray. Un ugello regolabile consente di posizionare la direzione del getto…..sperate in questo e ….godetevi il vostro albero!

Leonardo De Angeli

Commenta con il tuo account Facebook
Print Friendly, PDF & Email