Ci sono viaggi per viaggiatori “speciali” e chi subisce il fascino di Civita di Bagnoregio avverta tutta la potenza sprigionata da un luogo del tutto fuori dall’ordinario. Quella che arriva in libreria in questi giorni per Intermedia Edizioni a firma di Carlo Mazzoni, nella collana “Italia da conoscere” in cui è stato pubblicato la settimana scorsa anche un volume dedicato a Bolsena, più che una guida  è soprattutto un diario di viaggio in un minuscolo borgo famoso in tutto il mondo,  un castello sospeso che racchiude storia e religione, natura ostile e letteratura, musica e cinema.

Una decina di abitanti e folle di visitatori nella cornice della valle dei Calanchi, tra stradine e case infiorate che hanno conosciuto la spiritualità di San Bonaventura e la creatività di Federico Fellini mentre un crocifisso sembra vigilare in una delle eternità più provvisorie che la natura e la storia abbiano saputo creare. Un magico sogno in un oceano di realtà. La guida è arricchita dalle bellissime immagini scattate dal fotografo e video maker maceratese Roberto Nigi.

La guida di Civita è già in distribuzione nazionale e disponibile negli store on  line tra cui il sito della casa editrice.

Articolo precedenteL’Ecosantagata a Santa Croce cerca il sesto successo di fila
Articolo successivoFusco, Olivieri, Marzo e Centola: “Presentata mozione per condannare l’aggressione militare ai danni dell’Ucraina e offrire solidarietà alla popolazione colpita”